Dettagli Recensione

 
Il gioco del male
 
Il gioco del male 2016-10-12 14:59:45 cesare giardini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    12 Ottobre, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una trappola per la detective Kim Stone

Ritroviamo la detective Kim Stone protagonista anche nel secondo romanzo di Angela Marsons, forse migliore, più strutturato e convincente del primo (“Urla nel silenzio”). La brava Kim, singolare figura di poliziotta con un passato tormentato e difficile, agisce ne “Il gioco del male” su due fronti, impegnata contemporaneamente a risolvere due casi pur diversi tra loro: una intricata vicenda di pedofilia, in cui è coinvolto anche un detective del suo gruppo investigativo, e un’indagine, assai pericolosa e complicata per la Stone, volta a scoprire le malefatte di una cinica psichiatra, la dottoressa Alessandra Thorne. Pericolosa per la Stone, poiché l’abile Alex, professionista preparata ed abile quanto priva di scrupoli e di emotività, tende a manipolare le sue vittime, i malati che a lei si affidano, per indurli a commettere quasi inconsapevolmente azioni delittuose. La fragilità di Kim è messa a dura prova, nei duelli verbali con Alex combatte per superare i rimorsi di un passato mai dimenticato del tutto: alla fine, come sempre, il bene trionfa e la malvagità viene punita. Non senza colpi di scena, che tengono sempre alta la tensione emotiva. Interessante in questo romanzo della Marsons il personaggio della psichiatra, figura originale, apparentemente dèdita al bene dei suoi pazienti, ma affetta da gravi disturbi dell’affettività, che la rendono apatica di fronte ai sentimenti etici più elevati e indifferente ai problemi e sentimenti altrui; un atteggiamento schizofrenico, che mette a dura prova l’abilità della detective. Se un appunto si può fare al romanzo della Marsons è quello di dilungarsi talvolta eccessivamente nel descrivere nei particolari gli aspetti di una patologia comportamentale, aspetti che a volte allentano la tensione suscitata dall’incalzare degli eventi. Un ottimo thriller psicologico comunque, in cui la figura della protagonista, la detective Kim Stone, assume sempre di più contorni precisi e caratterizzanti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il primo romanzo di Angela Marsons "Urla nel silenzio".
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Gli eredi di Stonehenge
Un sacrificio accettabile
Il castello di Barbablù
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera
Prede
Il cercatore di tenebre
La solitudine del ghiaccio
Il dottor Bergelon
Il mistero della signora scomparsa
Cuori in trappola