Dettagli Recensione

 
Mai dimenticare
 
Mai dimenticare 2018-01-26 10:22:58 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    26 Gennaio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giallo intrigante

Assai inquietante l’ultimo libro di Michel Bussi: Mai dimenticare. Un incubo che soffoca, questo libro.
Il narratore è anche il protagonista stesso della vicenda narrata: si chiama Jamal Salaoni: un ragazzo magrebino, con protesi al carbonio, come ogni mattina, si sottopone ad estenuanti allenamenti, perché ha un sogno da realizzare: scalare una montagna importante, il Monte Bianco. Mentre sta correndo vede una bella ragazza, succintamente vestita, in alcuni punti i vestiti sono anche strappati, che piangendo gli manifesta la sua intenzione di gettarsi dalla scogliera. Lui cerca di dissuaderla, e le getta una sua sciarpa rossa per tirarla su. Ma è troppo tardi: lei scivola giù dalla falesia. Il problema è che i soccorsi, intervenuti tardivamente, trovano la ragazza strangolata proprio con la sciarpa di Jamal, su cui trovano le sue impronte, oltre ad essere stata violentata. Per lui è l’inizio di un travaglio sempre più avvincente: trova in continuo buste con all’interno articoli che riguardano un caso analogo avvenuto nello stesso luogo, con la morte o suicidio di una ragazza violentata, e poi strangolata, e poi gettata dalla scogliera. Poi i testimoni che erano con lui spariscono improvvisamente, e non si trovano o non ricordano. Jamal inizia ad indagare, si inoltra in un mistero fitto, dove nulla è come appare, tra un passato e un presente che ha molti lati oscuri e poca chiarezza.
Sono cinque atti per un’unica rappresentazione originale, in grado di tenere sempre sveglia e desta l’attenzione di chi legge. Dettagli precisi, studiati nel profondo, Mai dimenticare, è una lettura appassionante ed intrigante, con un ottimo scavo psicologico ed introspettivo nella mente e nelle azioni dei personaggi che animano il romanzo. L’ambientazione paesaggistica oltralpe è dettagliata, e minuziosamente descritta, e ha un forte valore simbolico. Un ottimo giallo per chi ama ed apprezza il genere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri