Dettagli Recensione

 
Mai dimenticare
 
Mai dimenticare 2019-04-01 07:54:15 Pelizzari
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    01 Aprile, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le fil rouge

La storia si apre con un suicidio che sembra un omicidio, che si svolge con modalità analoghe ad un cold case di dieci anni prima. Il ritmo è incalzante, il meccanismo è ad orologeria, nella prima parte assolutamente coinvolgente, nella seconda parte un po’ dispersivo, forse anche per confondere il lettore, per aprire a più possibili soluzioni, per poi ritrovare brio quando ormai si è in dirittura d’arrivo. Il rapporto fra narratore e lettore è diretto, i capitoli che hanno come titoli delle domande che creano un collegamento con il capitolo precedente ed a cui il lettore vuole trovare una risposta sono stimolanti, il filo conduttore della sciarpa rossa è un elemento ricorrente. Coincidenze impossibili, labirinto di specchi, equazioni a dieci incognite, dilemma del prigioniero: alla fine, in questo bailamme dove nulla è razionale, tutto ha un suo perché.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri