Dettagli Recensione

 
Il viaggio di Emilia
 
Il viaggio di Emilia 2012-12-21 18:37:59 mikyfalco
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
mikyfalco Opinione inserita da mikyfalco    21 Dicembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La vita

Romanzi del genere li può scrivere solo chi ha vissuto la sconfitta:non sei capace di quella dolcezza infinita mista a tenerezza mentre sei vincente.
Come un soffio di vento caldo che ti accarezza la sera in attesa delle stelle.
Piacevole,molto piacevole.E' arrivato oggi nelle mie mani e dopo poche ore,complice un pomeriggio di nullafacenza,è già dentro di me.Letto tutto d'un fiato.
Era da tempo che non mi capitava una cosa del genere:totalmente immerso in un mondo che non fosse il mio al punto da non potermene staccare.
La cosa strana è che non era la voglia di sapere "come va a finire" che bloccava i miei occhi a seguire le parole,ma la voglia di conoscere quel mondo,di esserne parte,fino all'ultima cellula.
Una storia,quella di Emilia,che potrebbe essere di chiunque:la mia,quella del mio migliore amico/a,quella del vicino/a di casa,e di tante altre persone che incrociamo per un minuto.
Ogni persona racchiude un oceano di segreti.
E' vero,nel modo più assoluto.Ogni persona che incontriamo ha tanto da raccontare,tanto da dire,e quasi sempre,una lacrima da versare.Peccato che noi siamo troppo occupati a trattenere le nostre per capirlo.
Il viaggio di Emilia,dicevamo,non è altro che Vita.La vita di una ragazza che la mette a nudo a se stessa:perchè molte volte,quelle lacrime nascoste di cui parlavamo prima,sono celate anche a noi stessi e riemergono quando le nostre difese sono deboli,quando ricordiamo.
Ma non crediate che sia un libro deprimente,tutt'altro.E' un libro che ti mette una carica dentro,una voglia di superare ogni ostacolo.Ti fa capire che non c'è nulla di peggio di chi affondando decide di abbandonare la nave.Bisogna reagire,perchè la felicità,come tutte le cose che hanno valore,va conquistata,sacrificando qualcosa:la cosa più cara che si ha.
Parafrasando un vecchio detto indiano:
"La felicità è come l'orizzonte:tu fai un passo e quella si allontana di un passo.Tu fai due passi e quella si allontana di due passi.Allora a cosa serve la felicità?Serve a camminare".
Ed Emilia cammina,cammina verso la sua felicità,una felicità che,come sempre,arriva quando meno te l'aspetti,in un giorno come tanti,in un giorno qualunque.
In fondo,un giorno speciale inizia esattamente come tutti gli altri giorni.
Con un gran mal di testa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

10 risultati - visualizzati 1 - 10
Ordina 
Bellissima recensione...complimenti.
sicuramente da leggere !
si percepisce quanto tu abbia apprezzato questa lettura !
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
22 Dicembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Concordo, molto sentita !
Bellissima recensione e soprattutto bellissimo il romanzo della cara Anna Maria!!!
@rbaldone Grazie per aver apprezzato il mio libro, e grazie soprattutto a mikifalco che ha scritto una recensione che mi ha commosso! Anna Maria Balzano.
Grazie a tutti per gli apprezzamenti...e un grazie speciale ad Anna Maria che ha reso possibile tutto questo :)...colgo l'occasione per augurare a tutti buone feste..a presto!!!
Mi ha conquistata la tua recensione Miky vedrò di leggere il libro! Grazie
Credo che la felicità sia AVERE UN ORIZZONTE e ritenerlo raggiungibile.
Poi, di fatto, avviene che l'orizzonte si sposta sempre di un passo. E ciò è imputabile all'animo umano, che nell'insoddisfazione ha un suo elemento strutturale.
I tuoi commenti, così sentiti, sono sempre un ottimo spunto di riflessione. :)
Ciao,

Bruno
In risposta ad un precedente commento
mikyfalco
23 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
:) ... mi ricorda tanto Leopardi :p ...beh comunque sono d'accordo,la felicità assoluta è irraggiungibile per l'uomo (essere finito),ma esiste un'altra felicità ed è quella che dobbiamo rincorrere,fatta di piccole cose,di piccole gioie che riescono a rendere speciali alcune giornate...piccole cose come un complimento ;)...ciao

Michele
Davvero complimenti!!!
10 risultati - visualizzati 1 - 10

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Indipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La non mamma
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri