Dettagli Recensione

 
Ti prendo e ti porto via
 
Ti prendo e ti porto via 2013-07-09 07:42:48 Raffa73
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Raffa73 Opinione inserita da Raffa73    09 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

riscatto

Questo è un romanzo che lascia il segno.
Non so se è perchè sono madre di un maschietto, ma in Pietro non vedo solo un ragazzino sfortunato, ma un figlio da proteggere, da coccolare, da aiutare a venir fuori dallo squallore della sua famiglia.
Per quanto Pietro cerchi di scrollare dalle sue spalle l'eredità delle sue origini, per quanto cerchi il suo riscatto, per quanto cerchi di trarre il meglio dalle piccole opportunità che gli si presentano (lo studio, la famiglia di Gloria), il marciume è sempre lì pronto a prenderlo, a trascinarlo e a imbrattare i suoi sogni. Il marciume ora ha il volto dei bulli, ora della preside, ora di suo padre. Cosa fare? Come può combattere un bambino tali mostri? Ma la soluzione il piccolo Pietro la troverà e sarà una soluzione estrema, assurda.
Per quanto riguarda gli altri personaggi c'è Graziano, l'eterno ragazzino che non sa cogliere ciò che la vita gli offre, non ci arriva proprio a capire che il suo voler di più spesso lo priva di ciò che conta, eppure basterebbe fermarsi per capire cosa è realmente la felicità. Graziano dovrà abbattere i suoi limiti e fare questo: essere felice.
Poi c'è Flora, una donna fragile, che dedica la sua vita a curare sua madre, anche lei avrà la sua possibilità di uscire dal suo guscio fatto di quattro mura e rassegnazione, di essere oggetto di cure e attenzioni, di essere amata e sentirsi dire "sei bellissima".
Per me questo è il romanzo del riscatto, dove come spesso accade, questo è a portata di mano, ma eventi a noi sconosciuti, la cattiveria e l'egoismo degli altri o la nostra stessa stupidità gli fanno da ostacolo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Certi bambini" di De Silva
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Perchè? Ogni personaggio è alla ricerca di un proprio riscatto personale, non ho detto che lo trovano. Purtroppo non posso aggiungere altro perchè direi qualcosa di troppo sul finale, ma Pietro, pur di uuscire da un destino che lui vede già definito, fa una scelta forte.
Poi questo è ciò che il libro ha trasmesso a me personalmente, a lei avrà lasciato altro, non la vedo così palese.
Molto interessante questa segnalazione...
Pia
Bel libro! Forse dovrei rileggerlo, è passato un sacco di tempo, grazie di avermelo ricordato!
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno di vetro
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
In silenzio si uccide
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La congiura dei suicidi
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sogno di Ryosuke
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Lepanto nel cuore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Mordi e fuggi. Il romanzo delle BR
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro