Dettagli Recensione

 
Nessuno di Daniele Muzzarelli
 
Nessuno di Daniele Muzzarelli 2013-10-12 20:29:35 AlessandraV
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
AlessandraV Opinione inserita da AlessandraV    12 Ottobre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il passato ritorna. Sempre

Uno scherzo. Si, sembra proprio uno scherzo di pessimo gusto quello che il misterioso signor Nessuno fa ai suoi vecchi compagni di classe. La vita di questi ultimi viene scombussolata dall'arrivo di una lettera attraverso la quale Nessuno li invita al suo funerale. Tutti cercano di capire di chi si possa trattare, quale ragazzino timido e schivo si possa celare dietro a questa lunga lettera. In poche righe Nessuno rigurgita tutto il proprio nervosismo e quella sensazione di inadeguatezza che ha caratterizzato la sua vita. Gli ex compagni, ormai diventati adulti, ricevono l'invito e decidono di recarsi presso una residenza segreta nella campagna pugliese. Qui troveranno a loro disposizione maggiordomi e camerieri pronti ad esaudire ogni loro desiderio. Prima del fatidico giorno, saranno invitati a banchetti nei quali potranno sfogarsi con commenti pungenti per colmare con le parole quel vuoto di anni di lontananza. Parteciperanno anche a convegni che daranno loro degli indizi per scoprire l'identità del "padrone di casa" ormai scomparso. Questa esperienza servirà a tutti loro per riscoprire vecchie amicizie o amori lasciati sui banchi di scuola. Ciascuno di loro è diventato qualcuno : consulenti finanziari, casalinghe, giornalisti... chi sposato, chi single, chi , sebbene i quarant'anni siano stati superati, ancora in cerca della propria strada. Ciascuno di loro fa un esame di coscienza e cerca di capire in che modo il loro comportamento possa aver influito sulla formazione della personalità di Nessuno. Si domandano perché questa persona possa essere stata sconvolta dai loro comportamenti.
Ho apprezzato il contenuto di questo romanzo di Daniele Muzzarelli, giovane modenese agli esordi. Ha saputo creare una storia che porta a riflettere sul comportamento di ciascuno di noi: spesso diciamo o facciamo cose che per noi sembrano scontate e senza conseguenze, ma non pensiamo che spesso le nostre parole possano ferire l'animo dell'altra persona. La sensibilità del protagonista è stata lesa da pesanti ed inqualificabili comportamenti. A volte basterebbe solo seguire le buone norme dell'educazione per evitare di ferire chi ci sta di fronte. Il personaggio Nessuno era già "morto" sui banchi di scuola, quando i suoi compagni lo rifiutavano o lo deridevano. Nessuno ha dovuto combattere da solo la solitudine e l'indifferenza di ragazzini viziati e "ciechi".
Le lacrime di rabbia sono forti ed indimenticabili e le vite dei personaggi, così frenetiche ed apparentemente perfette, saranno sconvolte per sempre da questo ritorno al passato. Le loro coscienze saranno smosse per scavare a fondo e ritrovare quella felicità che pare distante anni luce.
Sebbene il contenuto sia buono, lo stile è ancora acerbo e la narrazione risulta talvolta poco accattivante, ma questo è dovuto certamente alla necessità di lavorare ancora per migliorare il proprio stile. Non dimentichiamoci infatti che l'autore esordisce proprio con questo romanzo.
Durante la lettura ho avuto come l'impressione di leggere la sceneggiatura di un film: la storia, se ben adattata, potrebbe tranquillamente essere arrangiata per una trasposizione cinematografica. In bocca al lupo all'autore!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

complimenti per questa tua opinione, questo romanzo ha una trama davvero intrigante.
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
13 Ottobre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Splendida questa tua segnalazione! Invita a far riflettere sulle proprie azioni e sulle relative e possibili conseguenze...bellissimo, veramente!
Pia
Mi ricorda il film "Compagni di scuola". Le rimpatriate possono essere micidiali :-)
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Del nostro meglio
La vita intima
Ombre
Sarò breve
La vita in tasca
Tasmania
Erosione
La città e la casa
Sangue di Giuda
La sottile differenza
Cosa è mai una firmetta
L'altra linea della vita
Ufo 78
Avere tutto
La cosa buffa
Le perfezioni