Dettagli Recensione

 
La bruttina stagionata
 
La bruttina stagionata 2015-06-02 14:58:07 sonia fascendini
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    02 Giugno, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Meglio il formaggio stagionato

Ho letto questo libro parecchi anni fa.
Ero stata attratta dal gran parlare che se ne faceva. Veniva descritto come una specie di riscossa delle donne sole e non particolarmente attraenti in una Milano arida di sentimenti.
Anche adesso però mi continua a lasciare perplessa. A poco più di vent'anni mi ero chiesta se le quarantenni nubili fossero così tristi. A maggior ragione me lo chiedo oggi che la boa dei quaranta l'ho passata da in pò. La protagonista di questo romanzo è una bruttina come dice il titolo con qualche difficoltà sul lavoro e nella vita privata. Del resto chi non ce l'ha? Decide di risolverla in modo francamente piuttosto discutibile, con vibratori e pseudorelazione erotiche.
Non mi è piaciuto molto nemmeno lo stile: parecchie volgarità che avrei evitato. Scene di sesso che alla luce du quello che si vedeva in giro anche negli anni '90 non sono tali da scandalizzare nessuno. Gratuite sì, però.
Premesso che a me il genere erotico non piace e non ho intenzione di leggermi nessuna delle cinquanta sfumature di vari colorin, come si è capito questo volume non ha incontrato il mio gusto. Però l'ho finito e quindi è già qualcosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Sonia, la tua bella stroncatura ha il dono della chiarezza.
Cerco di evitare libri così, ma se ci casco cerco di tuffarmi in un classico; allora mi sembra di respirare un'aria non inquinata. Però che tristezza vedere le librerie colme di certi libri!
Questo è uno dei generi che a me non piacciono, e quindi sono un pò severa. Molti però gradiscono questo e ben altro. Anch'io però concordo che coi classici si vada sempre sul sicuro, pur essendo una che ama il rischio editorialmente parlando. ciao
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Ritratto di donna