Dettagli Recensione

 
Anna
 
Anna 2015-10-28 16:56:40 annamariabalzano43
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    28 Ottobre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Viaggio nella terra desolata


“È la cronaca nuda e cruda dell’Apocalisse [....] . Ma Pietro non sapeva cosa fosse l’Apocalisse.
-È quando muoiono tutti perché Dio ha detto stop. Vi ho dato un gioco e voi lo avete rotto. Vi ho dato un pianeta bellissimo e voi lo avete ridotto una merda.”
In queste parole è uno dei temi dominanti dell’ultimo romanzo di Niccolò Ammaniti, un romanzo che procede per antitesi, ponendo a confronto la vita e la morte, lo spirito e la materia, la bellezza e la devastazione. A una Sicilia che conserva panorami mozzafiato e ambienti naturali incontaminati
si contrappone un’isola colpita da un virus letale che ha seminato morte e distruzione. Tra cadaveri in putrefazione, mucchi di immondizie, negozi saccheggiati, automobili abbandonate, Anna intraprende il suo viaggio con il fratellino Astor e il cane Coccolone, alla ricerca di un luogo sicuro, non infestato dal virus, col solo aiuto di un quaderno di istruzioni lasciatole dalla mamma prima di morire. Di fronte alla morte Anna reagisce con forza e coraggio. Della madre tenta di portare con sé parte del suo scheletro, pur rendendosi conto che l’essere umano diviene mera materia, nel momento in cui l’anima l’abbandona. È consapevole Anna che la sua vita terminerà nel momento in cui diventerà donna, perché il virus colpisce solo gli adulti. Ed è questo l’altro tema dominante del romanzo, la contrapposizione tra l’innocenza dell’infanzia e la contaminazione dell’età adulta.
E tuttavia, é la storia stessa in sé, nel suo complesso che ci induce a pensare che il mondo, comunque, non può sopravvivere senza gli adulti, unici garanti del perpetuarsi del ciclo vitale.
In questo viaggio drammatico durante il quale si alternano esperienze spaventose e raccapriccianti a momenti di tenerezza, Anna conosce il primo sentimento d’amore per Pietro. “[.....] Adesso capiva cos’era l’amore, quella cosa di cui si parlava tanto nei libri della mamma. L’amore sai cos’è solo quando te lo levano. L’amore è mancanza.”
Il tempo vissuto da Anna sembra espandersi, le ore, i giorni, i mesi, sembrano amplificarsi nei suoi lunghi interminabili viaggi a piedi su sentieri, strade, autostrade, fino alla conclusiva traversata dello stretto che dovrebbe consegnarla a un mondo migliore. Anna vuole con la sua forza e la sua determinazione essere la celebrazione della forza stessa della vita.
Il tema del romanzo non é certo nuovo nella storia della letteratura, nella fattispecie nella letteratura straniera, come ne “Il signore delle mosche” di William Gerald Golding.
La prosa di Ammaniti colpisce talvolta per la crudezza delle immagini che evocano contenuti “pulp”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
La tua recensione è interessante, Anna Maria. Il libro non mi pare altrettanto, per ciò che ho recepito dalla presentazione fatta.
Un cordiale saluto.
siti
28 Ottobre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Commento interessante, il libro non mi incuriosisce per niente. Ciao
Per me è stato il primo romanzo di Ammaniti. Molti lo amano incondizionatamente, forse cominciare con questo non mi ha aiutato....
Spunti interessanti, Emilio, ma tutto sommato il libro non mi ha entusiasmato!
silvia71
31 Ottobre, 2015
Ultimo aggiornamento:
31 Ottobre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
ci troviamo perfettamente allineate nella valutazione....
il tema è talmente tanto conosciuto che è difficile scrivere qualcosa di nuovo, molto difficile
Si, è vero, Silvia. Io avevo molte aspettative perché era il mio primo di Ammaniti... Forse se avessi cominciato con un altro....
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri