Dettagli Recensione

 
Cose che nessuno sa
 
Cose che nessuno sa 2018-10-13 14:21:00 Mian88
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    13 Ottobre, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nemmeno io lo so se mi sei piaciuto, D'Avenia.

«Credeva ai libri con la fede di una religione, trovava più realtà tra e righe che per le strade, o forse aveva paura di toccare la realtà direttamente, senza lo scudo di un libro» p. 26

«Chissà se quelle dell’amore ferito raccolte tutte insieme formano un oceano più vasto di quelle scaturite dall’amore corrisposto. Chissà se sono in equilibrio come le salite e le discese. Sono cose che nessuno sa.» p. 59

Margherita ha quattordici anni e da un giorno all’altro la sua vita cambia radicalmente a causa dell’abbandono del padre proprio in quel fatidico dì in cui inizia il nuovo percorso delle scuole superiori. “L’Odissea” è il filo conduttore dell’intero testo seppur con la variante che è la figlia che vuol riportare il genitore a casa e non il dipartito che cerca di farvi ritorno. E nonostante la giovane possa apparire fragile e “allo sbaraglio”, in realtà è molto determinata nei suoi propositi e nei suoi obiettivi, primo fra tutti, appunto la ricerca della sua linea guida paterna. È talmente determinata che nulla potrà farla desistere da questa. Pagina dopo pagina assistiamo alla sua crescita, maturazione che avrà luogo grazie alla presenza dei coprotagonisti dell’opera e in particolare del professore di latino, della nonna Teresa, della compagna di banco Marta e di Giulio, bello e dannato, misterioso e ferito, ragazzo più bello e conteso della scuola. Infine il viaggio, un viaggio dai risvolti inaspettati.
Con “Cose che nessuno sa” Alessandro D’Avenia torna a posizionare il suo obiettivo fotografico su una delle fasi più difficili della vita; quella dell’adolescenza. In questa occasione, però, focalizza la sua attenzione non solo sull’amore, sullo studio, sulle difficoltà che questo periodo storico nasconde, ma anche sulla componente familiare che si sgretola, senza un perché, senza una oggettiva ragione, senza una spiegazione. Da qui, le conseguenze che possono derivarne, internamente e nei rapporti con gli altri.
La scrittura è fluente, semplicistica, sognatrice. Senza contare le frasi-fatte che pullulano senza remore e senza criterio. Onestamente, confesso che mi ha convinto a metà. Belli gli intenti, ma è come se vi mancasse quel qualcosa che ne permetta di apprezzare interamente gli aspetti anche ai più adulti. “Che sia diventata troppo vecchia per questo genere di romanzi?”, mi chiedo. “Può darsi”, mi rispondo. Ad ogni modo, consigliato ai più giovani che cercano qualche libro con cui avvicinarsi al meraviglioso universo che è quello della lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato ai più giovani ma non anche ai più adulti.
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Un autore di successo, ma vedo che non ha fatto breccia.
In risposta ad un precedente commento
Mian88
17 Ottobre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Con me no. Gli ho dato un'altra possibilità perché mi avevano consigliato questo titolo, ma è un no netto.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Le mogli hanno sempre ragione
Ellissi
Nonostante tutte
La meccanica del divano
Conservatorio di Santa Teresa
Beati gli inquieti