Dettagli Recensione

 
Quando eravamo eroi
 
Quando eravamo eroi 2019-05-04 10:33:57 luvina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
luvina Opinione inserita da luvina    04 Mag, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ti amo così tanto che non mi basta averti. Vorrei

Penso che in letteratura non bisognerebbe mai avere preclusioni né verso un autore non avendo mai letto niente di suo, né verso un determinato genere o tema: si corre il rischio di essere smentiti e di perdere opere molto valide. E' quello che mi è successo con “Quando eravamo eroi” di Silvio Muccino. Non ho letto “Parlami d'amore” il suo primo romanzo scritto a quattro mani con Carla Vangelista ma ho visto il film e non mi è piaciuto, non mi interessava neanche tanto l'argomento.
Così quando è uscito “Quando eravamo eroi”, l'ho subito snobbato pur apprezzando Silvio Muccino come attore. Questa volta però è la trama che mi ha intrigato e così l'ho preso in biblioteca e l'ho letto. Alex, 34 anni, dopo aver lasciato l'Italia, la sua vita e i suoi amici quindici anni prima, decide di tornare e di riunire gli “Alieni”, così si facevano chiamare lui Melzi Eva Torquemada e Rodolfo, nella sua casa di campagna in Umbria che li aveva visti giovani e felici ai tempi del liceo. Nonostante nessuno di loro abbia superato l'abbandono di Alex (il fulcro attorno al quale gravitavano le loro vite) decidono di accettare l'invito dell'amico forse anche per scoprire il motivo di quell'improvvisa partenza e confrontarsi con quel dolore che ha cambiato le loro vite. In un lungo weekend i nodi verranno al pettine ma soprattutto gli Alieni dovranno venire a patti con loro stessi e con il nuovo definitivo abbandono di Alex.
Ognuno di loro, segnato da Alex e dalla sua assenza, ha visto la sua vita prendere binari innaturali, Torquemada l'ironico e il caustico vive ancora con la madre opprimente, Melzi è sposato con una donna castrante e lavora per il suocero che lo considera una nullità, Eva dopo essere stata abbandonata da Alex ha sposato Rodolfo mettendo in piedi un rapporto distruttivo per entrambi peggiorato da psicofarmaci e avventure di poco conto. Perchè questo romanzo è bellissimo? Come prima cosa ci fa tornare in mente come eravamo, come ci sentivamo invincibili durante l'adolescenza quando affidavamo la nostra vita all'amicizia, al rapporto con chi sentivamo uguale a noi; il calore delle estati lunghe, magiche. Poi la caratterizzazione dei personaggi talmente perfetta che ci sembrerà di conoscerli da sempre, il raccontare scorrevole e moderno, il paesaggio umbro che si interseca con l'anima della casa e dei protagonisti, la centralità di un sentimento come l'amicizia che può superare barriere spazio-temporali, la diversità intesa come un qualcosa di positivo, di elitario. Sul finire del romanzo compare Nina, ragazza poco più che adolescente, personaggio-espediente usato dall'autore per farci guardare il gruppo con gli occhi di chi oggi E' giovane, come lo erano loro quindici anni prima.
Sono stata veramente coinvolta da questa storia che parla di emozioni, di nostalgia ma anche di paura di cambiare, di rimanere soli, di crescere. La grandezza di Muccino scrittore in questo romanzo ci si fa chiara già dal primo capitolo veramente indimenticabile; l'ho ritrovata con stupore anche in una citazione della scena di un film che credevo conoscessero veramente in pochi “Freaks” perfettamente amalgamata con il racconto. La colonna sonora scelta da Alex è “Space Oddity” un'altra citazione dell'autore; leggete il testo e capirete “...This is the Ground Control to Major Tom, I'm stepping through the door..”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Il mantello
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri