Dettagli Recensione

 
La lunga attesa dell'angelo
 
La lunga attesa dell'angelo 2020-01-15 09:00:38 AriMonda
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
AriMonda Opinione inserita da AriMonda    15 Gennaio, 2020
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mi chiamo Jacomo, sono il figlio di ser Battista i

Melania Mazzucco racconta, con questo romanzo, la vita di Jacomo Tintoretto, pittore veneziano del Cinquecento, ripercorrendo a ritroso la strada, fatta di alti e bassi, di un’esistenza votata all’arte e all’amore, di uomo ambizioso e controcorrente. Una scrittura incalzante ma anche riflessiva, che trova la sua forma ideale nel monologo intimo e raccolto che il narratore protagonista, Tintoretto, rivolge a Dio, ma in fondo soprattutto a se stesso. Un dialogo che funge da specchio per l’anima, per fare i conti con un’esistenza costellata di errori, di sbagli, di vizi. Una vita spesa a cercare consenso e approvazione, nel tentativo di essere apprezzato in quegli ambienti che più di tutti lo respingevano, risoluto e testardo, con una sola meta davanti agli occhi, Tintoretto viene dipinto dall’autrice in tutto il suo estro, nelle sue contraddittorietà e nella sua fame di gloria.
La storia del figlio del Tintore è magistralmente costruita tramite dei flashback, una sorta di bilancio finale prima di ritrovarsi davanti al Giudice, temuto, venerato, servito e soprattutto omaggiato. Tra le calle di Venezia, il giovane pittore in erba comincia i suoi primi passi, tra stenti e arte becera, convinto di essere destinato, predestinato, a qualcosa di più grande. È un percorso di fatica, di difficolta e talvolta di miseria, costretto a farsi largo nel mondo a gomitate per farsi notare, per prevalere. È il racconto dei dipinti che hanno reso, e tutt’ora rendono, grande la città lagunare, che hanno consacrato il pittore ad occupare un posto nella storia e a non cadere nell’oblio; è il racconto di una passione e di un talento che non hanno trovato riposo, che si sono espressi anche quando volevano tarpargli le ali.
Ma è anche la storia di un uomo, di un padre, di un marito, che ripensa al passato e ai sacrifici fatti, agli errori e ai passi falsi, ma che è capace di redimersi. L’amore dell’artista per i figli è il collante di questo romanzo, ciò che tiene uniti i pezzi del puzzle che Melania Mazzucco costruisce in un gioco di rimandi e di suspense continua. La vecchiaia consegna all’uomo un dono importante, quello della consapevolezza, ma anche un grande peso, quello del tempo passato e mai più recuperabile. L’anziano pittore ripensa al suo rapporto con i figli maschi, ribelli e sfuggenti, ma bellissimi e pieni di vita e alle figlie femmine destinate a farsi monache, allontanate dalla casa paterna contro la loro volontà come per ripagare per gli errori del padre. Ma la figura che più di tutti catalizza l’attenzione del pittore, il centro in cui confluiscono tutti i ricordi, è Marietta, la prima figlia, l’illegittima, la prediletta, la Tintoretta.
Negli ultimi giorni della sua vita Tintoretto ripercorre la sua esistenza, le luci e le ombre di una vita votata all’arte e in parte alla famiglia, ma il tono della confessione che egli fa a Dio ha in sé stralci di amarezza, di pentimento e soprattutto di rimpianto. Con uno stile perfettamente barocco, Melania Mazzucco fa di Tintoretto un uomo reale, tangibile, uno come molti, che si rende conto di aver ottenuto tanto nella sua vita ma di aver perso altrettanto. È un invito a non dare per scontati i rapporti umani e familiari, a non rimandare e a non dimenticarsi di amare e di dimostrarlo, ma anche a non smettere di inseguire la propria strada.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri