Dettagli Recensione

 
Dizionario dei nomi propri
 
Dizionario dei nomi propri 2012-06-19 09:00:36 Lady Libro
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    19 Giugno, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Infanzia, crescita e ossessione

E'il quinto libro che leggo di questa scrittrice che adoro, ma non lo considero uno dei più belli e nemmeno uno dei più brutti. Diciamo che è una via di mezzo per tanti motivi.
Innanzitutto in "Dizionario dei nomi propri" la Nothomb abbandona momentaneamente e volutamente, con mio grande dispiacere, quei toni ironico-pessimistici che tanto amo per narrare una storia più "terrena" e realistica ovviamente appuntandovi il proprio tocco personale d'autore.
In questo libro si parla di un tema già affrontato dall'autrice in "Igiene dell'assassino" e in altre sue opere: il difficile passaggio dall'infanzia all'adolescenza.
Ed è proprio la protagonista Plectrude che attraversa questo drammatico momento: già il suo nome (preso dal dizionario che dà il titolo simbolico al romanzo) e la sua particolare circostanza di nascita contribuiscono a regalarle un'esistenza particolare: adottata dalla famiglia di sua zia, fin da piccola Plectrude dimostra subito la sua passione per la danza che riterrà più importante della scuola, dell'istruzione e di tutto il resto. Ma ben presto la passione si trasforma in ossessione: Plectrude sopporta durissimi allenamenti pur di diventare la migliore, sprofonderà nell'anoressia più totale, perderà la capacità di provare sentimenti, nonchè i pochissimi amici che aveva.
L'unico sostegno in tutto questo sarà la sua madre adottiva che, sebbene sembri amarla più di ogni altra cosa al mondo, in realtà nasconde le più cupe intenzioni...
Detto questo devo fare i miei complimenti alla Nothomb per come il suo stile ha contribuito notevolmente alla formazione di Plectrude: da bambina altezzosa e superba (e inizialmente molto antipatica, bisogna dirlo) e bisognosa di restare per sempre nella dolce culla dell'infanzia per evitare le sofferenze della crescita, diventa, dopo l'incidente, una splendida, forte e determinata donna che ha imparato finalmente a vivere.
Anche se ho provato grande nostalgia per le oscure risate filosofiche che la Nothomb suscita in molte sue opere, sono lieta di vedere come sia stata capace di raccontare una vita. Una vita difficile, segnata da molti sacrifici e sofferenze, con il suo occhio attento, preciso e non troppo prolisso.
Ammetto che la parte centrale, dove si descrivono tutti gli allenamenti di danza e ci sono molte ripetizioni, mi ha un po'annoiata, ma per il resto posso chiamare la mia Amelie Maestra.
Tutti i suoi libri, poi, hanno dei finali spettacolari. Sorprendono come bombe scoppiate all'improvviso nella calma e nel silenzio, indignano, colpiscono, rimangono impressi nel cuore e nella mente e confondono. Sono totalmente inaspettati!
Credo che i suoi libri vadano letti solo per quelli.

Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Ovviamente lo leggero'.
:D
In risposta ad un precedente commento

19 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grande!
Io non ne lascerò indietro neanche uno!!
Amelie Nothomb è la mia droga e la mia religione =)))
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
19 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Anche io li leggero' tutti, domani dovrebbe arrivarmi Mercurio !
Yes.
In risposta ad un precedente commento

19 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Sarà uno dei prossimi che leggerò!
Ora io mi dedico ad "Acido solforico".
In risposta ad un precedente commento
EvaBlu
19 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma dove ho letto che esiste un libro di Am solo in ebook? mmmmhhh sto impazzendo?... :))
In risposta ad un precedente commento

19 Giugno, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
io l'ho scoperto adesso O_o
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno di vetro
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
In silenzio si uccide
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La congiura dei suicidi
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sogno di Ryosuke
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Lepanto nel cuore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Carne e sangue
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare