Dettagli Recensione

 
Il profumo delle foglie di limone
 
Il profumo delle foglie di limone 2012-07-26 07:07:05 valeria
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da valeria    26 Luglio, 2012

cosa si vuol cogliere!

Ho letto il libro in 1 giorno.
Questo significa che lo stile è incalzante, per una curiosa come me era impossibile fermarsi!
Non parla del tema olocausto: la scrittrice lo "usa" solo come pretesto per cercare dei personaggi infimi, bestiali. Ha trattato l'argomento dell'apparenza che inganna. Quindi non mi è piaciuto perchè lo ritengo offensivo nei confronti delle vittime. Sapere che i macellai dei campi di concentramento se la spassino in vacanza in Spagna, al massimo andando a terminare gli ultimi giorni di vita in una casa di cura non è rincorante. Non si deve usare un tale sfregio storico come sfondo per un libro.
Lo consiglio perchè per dare un'opinione bisogna prima conoscere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
dei personaggi
Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
posso essere sicera?? non ho capito se ti è piaciuto o meno...
cmq l'ho letto anche io e quando ho scritto la recensione a 'caldo' anche io non sapevo se mi fosse piaciuto oppure no!!
Ora ti dico che una volta basta e avanza!!

01 Agosto, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Di libri "storici" sull'olocausto ce ne sono infiniti... non credo che l'obiettivo della scrittrice fosse stato quello di ri-descrivere tutte le malvagità che hanno dovuto subire nei campi di concentramento... credo che si sia concentrata sulla psicologia sia dei carnefici che delle vittime... dove i primi forti nella loro ideologia l'hanno portata avanti per tutta la vita, mentre i secondi... si sono portati addosso solo i ìl dolore... e l'odio per il male subito.

Forse, rifiutando il libro... si tende a rifiutare anche la consapevolezza che purtroppo queste persone sono esistite (e forse qualcuno è ancora in vita... purtroppo) e sono state capaci di nascondersi dietro il volto di persone anziane e gentili e hanno continuato a fare del male.

Sandra sarà pure solo un personaggio di fantasia... ma i nazisti e le vittime no, il male fatto e quello subito è esistito con tutta la sua crudeltà... la mente malata di Hitler e seguci c'è stata... è questa la realtà raccontata nel romanzo.

Ha lasciato sì l'amaro in bocca... ma soprattutto perchè in fondo è tutto vero!!!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri