Dettagli Recensione

 
Una forma di vita
 
Una forma di vita 2012-08-02 18:15:56 Sara S.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sara S. Opinione inserita da Sara S.    02 Agosto, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le persone sono paesi

Nel bene o nel male i libri della Nothomb non lasciano indifferenti. Sono libri diversi, spiazzanti, così poco convenzionali da attirare su di loro grandi elogi o grandi critiche. Io non sono un'esperta di questa autrice, è solamente il suo secondo libro che leggo, e il primo, ahimè, non mi era piaciuto per niente. "Una forma di vita" invece devo dire che mi ha abbastanza colpita. E' redatto in prima persona dall'autrice stessa, la protagonista è lei, e non si capisce bene se la storia che sta raccontando è un qualcosa che le è davvero accaduto oppure no. Romanzo o autobiografia? Storia vera o finzione? Nessuna di queste ipotesi. Il libro è un ibrido puro, composto da realtà e menzogne; momenti di lucida riflessione si alternano ad assurde risoluzioni. Insomma... in sole 128 pagine si assisterà ad una storia decisamente particolare che è riuscita a destare il mio interesse: il rapporto epistolare tra l'autrice del libro e un soldato americano obeso, che fa dei suoi 130 chili di troppo una quasi virtù. Tra filosofeggiammenti sulla necessità di strafogarsi e sulla vita in generale la narrazione procede bene, incuriosisce e stupisce. Giunta alle ultime pagine avrei avuto voglia di un finale ad effetto, pensavo e ripensavo a come l'autrice sarebbe riuscita a trarsi d'impaccio e concludere questa strampalata vicenda. Purtroppo invece mi sono ritrovata dinanzi ad un non-finale, che mi ha lasciata alquanto perplessa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Se avete voglia di un momento di svago, se avete voglia di distrarvi un po' dai soliti romanzi con introduzione, svolgimento e finale, come il tradizionale schema della narrativa propone, questo libretto potrebbe fare al caso vostro. Certo, non è un capolavoro, lo si legge in fretta e costicchia anche un po' in proporzione alle pagine, però avrete la certezza di leggere qualcosa di davvero alternativo.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Amélie, Amèlie, una fatica per scrivere la recensione di Acido Solforico. E' un'autrice particolare, va capita e asseconddata, schietta e implacabile, ma estremamente spiazzante. :-)
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore