Dettagli Recensione

 
Stupore e tremori
 
Stupore e tremori 2012-09-26 18:49:26 Lady Libro
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    26 Settembre, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Al lavoro, Amelie!

Questa volta Amelie Nothomb non ci vuole raccontare una delle sue bizzarre e crudeli favole.
No, qui ci parla di se stessa, del suo unico anno di lavoro alla Yumimoto, una multinazionale giapponese.
La scelta di intraprendere questo lavoro è dettata dal suo grande amore per la terra nipponica, nonchè sua terra natale.
Ma questa esperienza non sarà per niente facile. Infatti la povera Amelie in quel luogo subirà ogni sorta di umiliazione, degrado e rimprovero da parte di colleghi e superiori, svolgendo ogni sorta di mestiere: dalla contabile alla ragioniera, dalla postina alla cameriera, dall'aggiornatrice di calendari alla fotocopiatrice umana... Perfino addetta alle pulizie dei gabinetti!
La sua inesperienza di una cultura diversa da quella occidentale e dei rigidissimi usi giapponesi causeranno non pochi problemi e fraintendimenti, e i contrasti con gli altri saranno innumerevoli...
Contemporaneamente il libro descrive il rapporto di odio-amore fra la Nothomb e la collega Fubuki Mori, detentrice di una bellezza sovrumana, ma anche di un carattere altero, superbo e vendicativo, e se da una parte Amelie nutre la più profonda stima e ammirazione nei suoi confronti, dall'altra sarà continuamente compatita e "torturata" da questa aguzzina dal viso angelico....

Se prima stimavo Amelie Nothomb come scrittrice, dopo aver letto questo libro la stimo anche come donna. Infatti vive tutto ciò che ha subito alla Yumimoto con la più grande autoironia, impedendo in ogni modo alla tristezza di farsi spazio nel suo cuore, ridendo e infischiandosene di tutto il male, senza mai arrendersi e abbandonare quel lavoro... Verrà considerata perfino una minorata mentale dai colleghi, e lei stessa non smentirà quell'idea che hanno di lei, anzi, continuerà a definirsi tale al loro cospetto!
Non so come abbia potuto farcela, ma l'ammiro tantissimo per questo... Confesso che se fossi stata al suo posto, la mia già scarsa autostima sarebbe completamente crollata, avrei pianto ogni giorno abbandonandomi alla tristezza più totale e dimettendomi dopo poco tempo...
Per me questo libro rappresenta un autentico esempio di vita, un vero messaggio di speranza capace di far sorridere e di guardare il futuro in un modo migliore...
Con "Stupore e tremori" ho finalmente capito che, sia che scriva romanzi o autobiografie, Amelie Nothomb sarà sempre bravissima e che ho fatto proprio bene a considerarla la mia scrittrice preferita.
Amelie forever!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Una Nothomb inedita, da leggere! Io mi sono fermato ad Acido solforico, le libreria della città non sono nothombizzate :-)
In risposta ad un precedente commento

27 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
purtroppo è vero...
Infatti i suoi libri li trovo tutti in biblioteca. Dalle mie parti non la conosce nessuno =(((
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
27 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Bene bene leggeremo anche questo !!
In risposta ad un precedente commento

11 Settembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
E al più presto!! XDDD
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore