Dettagli Recensione

 
La donna con l'anello di rubini
 
La donna con l'anello di rubini 2012-11-16 18:13:22 Lady Libro
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    16 Novembre, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Così lontane, così vicine

Da quanto tempo non leggevo un libro così bello! Mi ha veramente tenuto compagnia in questi giorni e l’ho semplicemente divorato!
In questo romanzo vengono narrate due vicende parallele ma, al tempo stesso, strettamente connesse tra loro: quella di Mary Rose Marchmont, ambientata durante l’epoca vittoriana, e quella di Laura Marchmont (discendente di quest’ultima) ambientata invece ai giorni nostri.
La parte dedicata a Mary Rose è a dir poco stupenda: ho apprezzato molto la scelta dell’autrice di non dilungarsi troppo in eccessive descrizioni di luoghi e paesaggi quanto quella di un’approfondita analisi del contesto sociale dell’epoca che rende la lettura gradevolissima.
A livello emotivo, poi, consente un’immedesimazione e un coinvolgimento totale mentre si assiste alla morte della madre di Mary Rose, al suo dolore per la perdita accompagnato dal desiderio di consolare il padre, finchè non arriva Veronique Laville, la nuova governante francese: inizialmente tra lei e la protagonista nasce un’amicizia profonda che si affievolirà, fino a scomparire del tutto, quando Veronique sposerà il padre della ragazza, indossando l’anello di rubini della defunta madre di Mary Rose che, in quanto legittima proprietaria di esso essendo l’unica e vera erede della famiglia Marchmont, avrebbe dovuto custodire secondo la promessa fatta alla donna in punto di morte, altrimenti l’intera famiglia e tutti i suoi discendenti avrebbero subito una maledizione che sarebbe continuata finchè l’anello non fosse stato restituito al vero proprietario.
A causa di questo “furto”, avverranno una serie di tragici incidenti di cui la povera Mary Rose, sebbene innocente, sarà ritenuta responsabile e di conseguenza perderà tutti gli affetti e l’amore delle persone care, subendo ogni sorta di umiliazione e sofferenza, senza però mai perdere la speranza, grazie anche alla sua immensa bontà d’animo…
Per quanto riguarda la parte dedicata a Laura, confesso che avevo parecchi pregiudizi, infatti nei romanzi di questo tipo le parti sul presente non mi entusiasmano quasi mai, perché non possiedono il medesimo fascino arcano del passato, e spessissimo sono banali, forzate e prevedibili e anche qui non fanno eccezione, però devo proprio ammettere che ho amato tantissimo anche questi capitoli!
A causa di un drammatico evento che ha distrutto la serenità della sua adolescenza, Laura Marchmont è terrorizzata all’idea di avere figli e dedica la sua vita al lavoro, al tempo stesso senza preoccuparsi di trovare un’anima gemella, dopo aver collezionato innumerevoli storie d’amore finite male.
Tutto però cambia quando incontra l’architetto Charles Haywood, e fra i due è immediatamente amore a prima vista. Non a caso dopo solo un giorno si fidanzano e non passa nemmeno un mese che convolano subito a nozze! E questa è solo una delle tante forzature già citate… Eppure, nonostante ciò, rendono il libro ancora più bello e magico!
Però Charles è divorziato e ha due figlie adolescenti che nutrono una profonda ostilità nei confronti di Laura, e questa è solo una delle tante difficoltà che la nostra eroina dovrà affrontare: il confronto col passato, la paura del futuro, la gestazione del presente…
Laura ripercorrerà inconsapevolmente nella propria vita le orme di Mary Rose e anche quelle di Veronique, trovando il coraggio e la forza di vincere le sue paure e debolezze e la ricerca delle proprie radici famigliari regalerà sorprese e risvolti inaspettati a tutti…
Due donne così lontane eppure così vicine, accomunate dal sangue e da una vita simile, da problemi e momenti di gioia, da tragedie e ostilità…
Il ritratto di due adorabili e indimenticabili eroine della vita.
Metà romanzo storico, metà neorealistico, è un libro coinvolgente e bellissimo al massimo.
Ho pianto, ho riso, ho sofferto insieme alle protagoniste e sono felice di questo, anche perché non mi accadeva più da parecchio tempo con un libro.
Inutile dire che lo consiglio assai vivamente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.


16 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Splendida rece...epoca vittoriana? Metto subito in wl....grazie per la segnalazione ;)
In risposta ad un precedente commento

16 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie a te =D
In risposta ad un precedente commento
petra
16 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Bellissima recensione Cecilia, molto approfondita e scritta con passione!:)
In risposta ad un precedente commento

16 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie =)))
@ cecilia: già preso! Adesso non vedo l'ora di leggerlo! Utilissima rece.
In risposta ad un precedente commento

17 Novembre, 2012
Ultimo aggiornamento:
18 Novembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie ama =DD
Attendo con impazienza la tua recensione =)))
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa