Dettagli Recensione

 
Lettera a D. Storia di un amore
 
Lettera a D. Storia di un amore 2013-01-05 11:13:11 C.U.B.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    05 Gennaio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L’Austrian Jew e la sua Venere di Milo.

Andre’ Gorz, scrittore e filosofo nato nel 1923 a Vienna , di religione ebrea - “ebreo austriaco” e’ la definizione con cui lui stesso usa definirsi nel libro - e la sua Dorine, di origine inglese, amatissima moglie e compagna di vita.
Lettera a D. non e’ altro che un brevissimo libro, o meglio una lunga lettera che Andre’ scrive nel 2006 a Dorine, affetta da un cancro all’endometrio che la sta lentamente e dolorosamente strappando alla vita. Gia’ noto quindi nel 2006 in Francia, il successo del libro arrivo’ un paio di anni dopo, a seguito di un tanto drammatico quanto consapevole evento : il 22 settembre 2007 , all’eta’ di ottantaquattro anni, Andre’ e Dorine si suicidarono insieme.

“Spio il tuo respiro, la mia mano ti sfiora. Ciascuno di noi non vorrebbe sopravvivere alla morte dell’altro. Ci siamo spesso detti che se, per assurdo, avessimo una seconda vita, vorremmo trascorrerla insieme.”

In seguito a questo evento, il sapore del libro diviene chiaramente piu’ intenso e a lui dedichero’ ancora due parole, non essendo di certo né mia intenzione né mio compito giudicare la scelta di morte dei due protagonisti.
Credevo fosse piu’ sentimentale, invece spesso si snoda su vie filosofiche , soffermandosi su riferimenti all’opera letteraria di Gorz, quasi decentrando l’attenzione da Dorine. Effettivamente capisco che per un uomo che ha dedicato l’esistenza alla scrittura, i suoi lavori siano parte integrante della sua vita e quindi inevitabile che anche essi diventino soggetti attivi.

In conclusione, una breve , intensa dichiarazione d’amore, lucida e senza il proliferare di toni intrisi di miele. Da un uomo ottantenne che ripercorre il grande amore della sua vita, magari scrivendo seduto accanto al letto di lei, tenedole la mano durante uno dei suoi atroci mal di testa.
Commovente, piu’ quando si chiude il piccolo libro che durante la lettura. Se poi scrivete i loro nomi su un motore di ricerca vedrete una foto insieme da anziani. Bellissimi e sorridenti, come li sto ancora immaginando. E sfido una lacrima a non scendere anche dall'occhio piu’ arido.

Buona lettura

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Bella recensione cub! Come fai a scegliere sempre dei libri così.... così!!???? BRAVA!! :)
In risposta ad un precedente commento
petra
05 Gennaio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Davvero bellissima recensione...mi unisco a Valentina:scegli dei testi sempre perticolari e intensi, come fai?:)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
05 Gennaio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ahahaha ! Grazie ragazze :-)
Effettivamente non ho idea di dove io abbia scovato il titolo, e' da un paio d'anni che l'ho in ld e finalmente e' giuno il suo turno. Ogni tanto mi vengono dei raptus settoriali (per esempio ora sono in fase giapponese e ho scoperto dei titoli pazzeschi, ne ho comprati un sacco ora devo leggerli ) e navigo ad approfondire un tema, i titoli poi si accumulano. Fermo restando che questo sito ovviamente e' diventato parte integrante per incrementare la mia ld !
deve essere una lettura molto toccante, me lo segno; grazie Cub!
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore