Dettagli Recensione

 
Via col vento
 
Via col vento 2014-01-03 21:40:29 LittleDorrit
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
LittleDorrit Opinione inserita da LittleDorrit    03 Gennaio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pensavo fosse amore e invece.....

Rossella O'Hara, è una giovane donna, un fiore selvatico cresciuto a Tara, una piantagione della pigra Georgia sudista.
Qui, tra languidi paesaggi soleggiati e malinconiche nenie intonate dagli schiavi negri dediti alla raccolta del cotone, vive una vita prospera e agiata con la sua famiglia.
Corteggiata ed ammirata dai giovani del posto ma tenuta a distanza dalle coetanee per il suo carattere egocentrico e vanitoso, la ragazza ama segretamente il mellifluo Ashley Wilkes, rampollo della tenuta confinante delle Dodici Querce.
Ashley, però, è già promesso alla dolce e caritatevole cugina Melania Hamilton con la quale sta per convolare a giuste nozze.
La notizia dell'imminente matrimonio, colpisce Rossella quanto uno schiaffo in pieno viso.
Dominata, infatti, da un carattere capriccioso ed egoista, mal sopporta l'idea di arrivare seconda.
Durante una festa alle Dodici Querce, chiusi nella penombra di una stanza, Rossella si abbandona ad una vibrante dichiarazione d'amore, ma nello stesso luogo c'è qualcuno che, ben nascosto, ascolta divertito.
L'anonimo ascoltatore, che si rivelerà solo all'uscita di scena di Ashley, è l'avventuriero Rhett Butler, uomo di mondo dalla dubbia fama e mercenario della peggior specie, privo di scrupoli e sfacciatamente ricco.
Rhett, che capisce sin da subito l'indole di Rossella, la punzecchia divertito pur restando molto colpito dalla sua bellezza.
La ragazza, al contrario, falsamente scandalizzata dalla strafottenza e dall'irriverenza dell'uomo, risponde per le rime ed esce di scena.
Si chiude così il primo incontro/scontro tra i due protagonisti che gettano le basi di un rapporto tormentato che si protrarrà per molti anni della loro esistenza.
Sullo sfondo di queste dinamiche amorose, il meccanismo perverso della guerra di secessione americana muterà i panorami e dissolverà le certezze incidendo, a suo piacimento, sui destini di tutte le persone coinvolte.
Romanzo unico della scrittrice americana Margaret Mitchell, ebbe un enorme successo di pubblico e portò alla ribalta due anti eroi emblemi di un'America arrivista e senza scrupoli.
In tanti hanno amato il personaggio di Rossella, donna dalle mille risorse, coraggiosa e scaltra ma pronta a calpestare tutto e tutti pur di raggiungere i propri scopi e saziare i propri bisogni.
Personalmente, e non me ne vogliate per questo, l'ho detestata.
Non v'è alcun dubbio sullo spessore del personaggio che resta un capolavoro assoluto di caratterizzazione ma per me è stata quasi impossibile da sostenere anche solo attraverso la semplice lettura, che ho dovuto interrompere più volte. Rossella concentra in sé troppe negatività risultando esasperante e inconciliabile con la mia visione della vita, dei sentimenti e dei rapporti interpersonali. Apparentemente la sua figura sembra riscattarsi attraverso l'amore per Tara, l'amata terra natia, ma in realtà è solo un fuoco fatuo perché l'amore per la terra non le appartiene realmente, esso è stato semplicemente ereditato dal padre irlandese quindi è innato nel suo dna. Espressa questa piccola critica non posso che dir bene di tutto l'apparato narrativo messo su dalla Mitchell.
Potente e appassionata la ricostruzione degli scenari di guerra. Indimenticabile la fuga da un'Atlanta assediata dai nordisti. Romanzo storico che sfiora l'epopea epica mancando, però, di poesia e di tenerezza. Impossibile non considerarlo un capolavoro. Impossibile non amarlo ma io mi tiro fuori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

17 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Finale (del commento) con piccolo colpo di scena! :-)
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Era inevitabile dopo la mia "sfuriata" contro Rossella....non si può mentire a se stessi....grazie Bruno ;)
Che meraviglia questa recensione! Il libro della mia adolescenza!!! Quanto ho amato e detestato Rossella!!! E il film non ha fatto altro che alimentare i sogni delle ragazzine.... Uno dei pochi casi in cui non saprei dire se è migliore il film del romanzo. Forse rileggendolo oggi e rivedendo il film le impressioni sarebbero diverse. Ma non ho il coraggio. Preferisco il ricordo...
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Cara Anna ti ringrazio e ti dico che fai proprio bene a non sfidare la sorte e a conservarne il ricordo. Molte mie riletture, con la maturità, sono andate a finire a tarallucci e vino.
Comunque, nel mio caso, anche una rilettura servirebbe a poco...Rossella è Rossella, si presenta subito per quello che è quindi o la si ama o la si odia....ed io ho scelto da che parte stare. ;)
Come hai ben detto, cara Marcella, Rossella o la si ama o la si odia. Io la amo e tu la odi. È un fatto normalissimo ed hai fatto molto bene ad esprimerlo in maniera chiara e schietta. Comunque recensione coincisa e ben strutturata per un'opera gigantesca( in ogni aspetto).
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ale temevo il tuo giudizio...so quanto hai amato il libro e Rossella; come ho già scritto, l'opera è sicuramente monumentale la mia non è assolutamente una stroncatura (ci tengo a precisarlo) ma nei personaggi ti rispecchi e li vivi sulla tua pelle e in Rossella non ho trovato nulla di me e per me...invece, ho apprezzato tantissimo Melania, di sicuro meno affascinante di Rossella ma più vicina alla mia essenza. Grazie per questo confronto....
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Cara Marcella ti capisco bene ...ma a me pare che da che mondo è mondo certe figure affascinano proprio perchè fanno scaturire sentimenti forti...d'amore o ... il contrario!..comunque non lasciano indifferenti...e questo è ciò che in fondo affascina.
Se ci pensi, chi sono coloro che ci lasciano un ricordo? Proprio figure forti come Rossella...nel bene e nel male...
Se lo leggerò, ti farò sapere...chissà...
Pia
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Hai proprio ragione Pia....ma hai detto bene, nel bene o nel male Rossella non si dimentica.....Spero che tu voglia leggerlo un giorno, nonostante la mole...mi piacerebbe conoscere il tuo punto di vista. Grazie...come sempre! :)
Ciao Marcella, ho letto con estremo interesse la tua opinione perchè ho amato tanto il film, visto e rivisto !
Poi decisi di leggere il romanzo, ma mi bloccai dopo pochissime pagine......mi fece un'impressione molto diversa o forse conoscendo già la trama non trovai gli stimoli per andare avanti......
In risposta ad un precedente commento
LittleDorrit
04 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Silvia! Credimi se ti dico che l'avrò lasciato e ripreso almeno10 volte....
il film l'ho amato come te....il libro è bello ma non coinvolge e la delusione è tanta...sinceramente non credo che l'interruzione della lettura dipenda dal fatto che conosciamo bene il film...in realtà il nocciolo della questione è tutto nello stile della Mitchell....troppo rigido e distaccato; se si aggiunge poi, il personaggio di Rossella, il dado è tratto. :) grazie mille Silvia :)
17 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Il mantello
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri