Dettagli Recensione

 
Godetevi la corsa
 
Godetevi la corsa 2016-02-20 15:22:37 Gianni
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Gianni    20 Febbraio, 2016

Sfrenata corsa nel nulla...

Edimburgo, e' qui che inizia e finisce la corsa, e il viaggio un po' metaforico, molto oltre i limiti della legalita' e ben al di la' della decenza, di Gas Terry, inarrivabile taxista , spacciatore, cocainomane, erotomane, filosofo di strada, archetipo di una contemporaneita' che ha oltrepassato il nulla e di questo neppure si nutre, e' andata oltre, riuscendo a distruggere, dileggiare, giustificare, difendere ogni propria genuina nefandezza che e' quotidianita, poco e molto di noi, ma ormai nucleo e corazza dell' esistere.
I piani di lettura del romanzo svelano un incredibile viaggio nell' egocentrico e sfacciato nichilismo di una esistenza perennemente adolescenziale, quella del protagonista, in una giostra di droga e pornografia neppure tanto scalfita dalla possibilita' della morte, imminente, circondato da una serie di incredibili personaggi della contemporaneita', stereotipi di una sotto-cultura di importazione americana, si pensi al milionario ed impresario Ronald Checker, ai malavitosi locali, a prodotti autoctoni, da Jontino MacKay, suo fratellastro poco furbo e deriso da amici e conoscenti, a Jinty, prostituta cocainomane e ninfomane, in un universo di eccessi ed incredibili eventi.
La trama scorre, veloce, vorace, controcorrente, in una bufera di accadimenti e contro- accadimenti, in un alternarsi di voci e ritmo sfrenato, non una sosta, un ripensamento, in sintonia con il folle iper-protagonismo di Gas.
L' arrivo dell' uragano ' Du Palle ', e quella corsa continua e delirante sul taxi dell' amore, inseguendo il sogno dell' oggi e dell' immediato, di un godimento infinito, di un approdo sicuro per totale assenza di certezze, di affetti, di sensibilita' e gusto culturale, segna un viaggio rutilante tra turpiloqui e scene esilaranti, per quanto assurde, in un microcosmo nichilistico che e', insieme all' umorismo ed all' autoironia, il clou del racconto.
Welsh e' unico in quel logorroico sviscerare e vomitare ogni sensazione dell' immediato, in quel inseguimento continuo di battute e ciniche situazioni dell' assurdo, non riesce a fermarsi, la riflessione e l' introspezione non tocca i suoi personaggi, e quando li sfiora, essi ne fuggono inorriditi.
Eppure quella vita di eccessi richiama una certa obiettivita', una genuina, seppur bieca, sincerità', che non e' del mondo patinato ed intellettuamente ' elevato' dell' upper society e dei benpensanti, ammantati e mascherati dello stesso nulla pur coperto da altro.
Certo, si potrebbe obiettare una ripetuta e monotematica ossessione per il sesso, nella sua accezione più' pornografica e ' bestiale', un approccio adolescenziale e non sempre profondo di alcune tematiche esistenziali ed essenziali, che richiederebbero approfondimento, una maggiore ampiezza letteraria sarebbe stata probabilmente piu' efficace, ma questa e' la forza della sua scrittura, l' espressione di un' aspra, selvaggia ed umoristica soggettivita' oggettivata in mille modi, e lo stile, i contenuti, i temi trattati, la narrazione, la storia, le metafore, sono funzionali a tutti i suoi romanzi, un marchio di fabbrica, in aggiunta alla capacita' di generare sempre emozioni e sensazioni forti nel lettore piu' appassionato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A tutti gli amanti dell' autore scozzese per un viaggio esilarante ed incredibilmente ricco di situazioni e personaggi paradossali
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa