Dettagli Recensione

 
Le correzioni
 
Le correzioni 2016-10-25 05:35:14 CortaZur
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
CortaZur Opinione inserita da CortaZur    25 Ottobre, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La naturalezza di correggere e correggersi

Le Correzioni - J. Franzen 2001

Una volta deciso e convinto di intraprendere un lungo viaggio nella grande narrativa americana ho iniziato a leggere questo famoso romanzo di cui tantissimo si è parlato e al quale ci si continua a riferire quando si parla di GRA (Grandi Romanzi Americano).
Franzen non ha bisogno di presentazioni, dopo l'hype creato dal suo ultimo Purity la mia curiosità è aumentata a dismisura perché volevo capire cosa avesse di speciale, se fosse vera la sua capacità di rappresentare la famiglia moderna con i suoi lati bui e i suoi lati luminosi.
Le Correzioni, tradotto dall'ormai famosa Silvia Pareschi voce italiana di Franzen, è letteralmente il ritratto di una famiglia borghese degli Stati Uniti con dei valori e dei principi ancorati in un passato lontano e che si rispecchia nei tre figli che vivono invece un presente molto diverso.
A fronte della coppia di genitori Alfred e Enid, sposati da sempre, convinti conservatori, discretamente bigotti, invidiosi e palesemente frustrati da quello che gli altri hanno e loro no, abbiamo i tre figli ormai adulti ognuno con la sua vita fatta di successi e insuccessi. Il romanzo è la scoperta delle vite di questi personaggi, le loro manie, le loro paure e i loro sogni sempre e comunque accompagnati dall’ombra dei genitori e delle loro correzioni. Si perché nonostante siano ormai adulti e vaccinati, continuano a risentire della rigida educazione e dei valori impartitegli da bambini e da ciò ne scaturisce una combinazione di azioni e reazioni che forma l’anima del libro. In particolare il personaggio di Denise spicca come il più umano e normale dei tre figli i quali ognuno a suo modo ha delle particolari manie che ne caratterizzano bene le personalità. Un ritratto dove in molti potranno riconoscersi o riconoscere scenari simili alle proprie esperienze dirette.
Uno stile veloce, moderno, con ritmo conferisce alla lettura facilità e divertimento, i capitoli dedicati a ciascun personaggio, i pensieri contorti figli di allucinazioni da farmaci o dovute a depressioni latenti, un’incredibile battaglia con un escremento che dura 10 pagine sono state apprezzatissimi esempi di buona scrittura.
In definitiva un bellissimo libro, che raccoglie appieno le caratteristiche di un grande romanzo e che giustifica la sua fama.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
La grande foresta