Dettagli Recensione

 
Ogni cosa è illuminata
 
Ogni cosa è illuminata 2016-12-28 19:35:13 siti
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
siti Opinione inserita da siti    28 Dicembre, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In viaggio: la famiglia, il ricordo, l’identità

L’esordio letterario del giovane autore americano di origine ebrea è stato un successo letterario che ha avuto notevole seguito anche nella riduzione cinematografica ma che , ancora oggi, a distanza di anni divide i lettori. Vi è chi lo acclama come un genio letterario e chi invece abbandona le sue opere fin dai primi capitoli. Ho faticosamente letto il romanzo e sono stata più volte tentata di non concluderlo, eppure un filo tenue, caparbio, allo stesso tempo magnetico mi ha riportato a quelle pagine nelle quali ho potuto apprezzare uno sperimentalismo narrativo che probabilmente è anche il suo pregio maggiore, ai miei occhi. La lettura è ardua fin dalle prime battute perché occorre destreggiarsi fra diversi piani temporali e fra due voci narranti, una delle quali si esprime in un inglese improbabile, essendo appartenente ad un ucraino ( sforzo linguistico tradotto magistralmente a rendere comprensibile il disavanzo tra le due lingue anche a noi italiani). Ad esse si aggiunge uno scambio epistolare fra i due narratori , il quale ha per oggetto, in piena situazione meta- letteraria , il romanzo che stiamo fruendo. A complicare il tutto appunto i due piani temporali, il primo avente per oggetto la ricostruzione storico- favolosa dell’origine dello shtetl ucraino di Trachimbrod e della sua distruzione totale per mano nazista, il secondo teso invece a narrare l’arrivo di Jonathan, l’autore del nostro libro, in Ucraina a cercare, con l’aiuto di Alex e del suo nonno, le tracce della donna che salvò il suo di nonno dall’eccidio che rase al suolo quello sperduto villaggio al quale abbiamo già accennato. Confusi? Abbiate pietà, di più non so. L’ intera trama è forse riassumibile in tal modo : favoloso viaggio in Ucraina alla ricerca della propria identità famigliare ad opera dell’autore medesimo coadiuvato dall’ amico Alex e supportata dalle rivelazioni finali del nonno di costui. Ad ogni modo il quadro di insieme lo avrete solo a lettura ultimata e questa è l’ovvia ragione per cui consiglio di non desistere, altrimenti non ci potrebbe esprimere proprio, né a vantaggio né a svantaggio dell’opera. Tutto sommato la salvo, pur non rientrando nei miei canoni: troppo moderno, troppo innovativo, troppo imprevedibile. La salvo perché mi ha consegnato in maniera originale la memoria di uno shtetl fra i tanti, più di 1200 morti in una sola notte, perché me l’ha consegnata alternando i registri linguistici in un innovativo impianto narrativo, perché a tratti ha spruzzato di magia un’orrida realtà, perché infine si avvale di quadri narrativi che rimangono, per efficacia creativa, impressi nella mente.
Un carro si inabissa nel fiume Brod, una bimba si salva delle acque, dei genitori nessuna traccia, una festa celebra la ricorrenza dell’evento ogni anno …
Un giovane arriva in Ucraina e si imbatte in due improbabili accompagnatori, anzi tre: un giovane, il nonno , il cane puzzone …
Il giovane ucraino, Alex, ha velleità letterarie ma tanto inglese da masticare …
Trachimbrod è sparito dalla faccia della terra, eppure una donna ci vive e consegna ai nostri la sua e tante altre storie, faticosamente recuperate e gelosamente custodite in una scatola …
Provateci!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

7 risultati - visualizzati 1 - 7
Ordina 
Speravo fosse un po' più agevole la lettura. Il libro ce l'ho ma per ora passo.
In risposta ad un precedente commento
siti
29 Dicembre, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Mario, non era mia intenzione scoraggiare. Ho appena visto il film, mancano molti elementi, vederlo prima di leggere il libro anticiperebbe molto ciò che nel libro si capisce solo alla fine ma potrebbe aiutare a comprendere in modo più agevole il contenuto. Io consiglio di armarsi di pazienza e procedere.
Ciao Laura. Recensione molto utile per chi intendesse intraprendere la lettura di questo libro. Però pensavo fosse ad un livello ben più alto, quasi un capolavoro : per ora attendo.
In risposta ad un precedente commento
siti
30 Dicembre, 2016
Ultimo aggiornamento:
30 Dicembre, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Emilio. Per me i capolavori sono altri, trovarli nella scrittura contemporanea un'impresa. Ho avviato la lettura di "Eccomi" e lo sto trovando sconcertante. Perché tanta volgarità? Mi sento vetusta, ma a me i riferimenti così espliciti al sesso mi danno fastidio, eppure la storia della famiglia è così vera, così tangibile. Non è possibile rappresentare la nostra epoca in altro modo?
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
31 Dicembre, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Laura, non sentirti affatto "vetusta" perché non sopporti la volgarità!
Per fortuna non tutti sono assuefatti al peggio che ci viene propinato. Concediamoci il lusso di scandalizzarci. La qualità non può prescindere dal buon gusto. La volgarità è il frutto brutto dell'omologazione.

03 Agosto, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
mi ritrovo totalmente nella tua recensione. all'inizio ho pensato di mollare, ma sono felice di aver tenuto duro. certe cose non le ho capite, ma penso che l'autore le abbia volutamente lasciate a una libera interpretazione
In risposta ad un precedente commento
siti
04 Agosto, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per il riscontro, nella lettura di libri così controversi è sempre interessante sapere cosa pensano gli altri lettori.
7 risultati - visualizzati 1 - 7

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri