Dettagli Recensione

 
Il gioco dell'angelo
 
Il gioco dell'angelo 2017-02-24 11:20:44 MAZZARELLA
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
MAZZARELLA Opinione inserita da MAZZARELLA    24 Febbraio, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL GIOCO DELL'ANGELO: RECENSIONE

“Uno scrittore non dimentica mai la prima volta che accetta qualche moneta o un elogio in cambio di una storia.
Non dimentica mai la prima volta che avverte nel sangue il dolce veleno della vanità e crede che, se riuscirà a nascondere a tutti la sua mancanza di talento, il sogno della letteratura potrà dargli un tetto sulla testa, un piatto caldo alla fine della giornata e soprattutto quanto più desidera: il suo nome stampato su un miserabile pezzo di carta che vivrà sicuramente più a lungo di lui. Uno scrittore è condannato a ricordare quell'istante, perché a quel punto è già perduto e la sua anima ha ormai un prezzo.”
Tutti gli scrittori sognano di mandare in stampa le loro opere, ma soprattutto di vederle salire in cima alle classifiche…tuttavia, la strada per la gloria è dura e piena di ostacoli.
“Uno non sa cosa sia la sete fin quando non beve per la prima volta.”
Su questo filo conduttore, si basa la trama del romanzo gotico “Il gioco dell’ angelo”. La storia, ambientata nella cupa Barcellona degli anni 20, trova protagonista un ragazzo di 17anni, David Martin che sogna di diventare scrittore. La fortuna gli si presenta alle porte grazie al conte Pedro Vidal che considera David come un figlio e lo raccomanda ad un giornale locale. Inizia così la piccola carriera di David grazie anche alla serie dei libri “la città dei maledetti”; tuttavia il successo non gli porta ciò che esattamente si aspettava. I racconti sono firmati con un pseudonimo per cui nessuno gli attribuisce il successo; inoltre, David, passa tutto il giorno chiuso in casa a scrivere, trascurando in tal modo se stesso, la sua salute ed i rapporti con il mondo esterno. Gli unici suoi amici sono il suo protettore Vidal, il libraio Sempere (amico fidato che lo aiuta costantemente) e Cristina la donna di cui è da sempre innamorato.
Un giorno apprende la triste notizia di avere un tumore al cervello, che lo condurrà nel giro di un anno alla morte; a questo si aggiunge che la donna che ama, Cristina, sposa il conte Vidal.
David ormai disperato, entra in uno stato di depressione e disperazione tanto da fargli accettare la proposta di un misterioso editore francese Andrea Corelli, che gli offre sia un enorme cifra per scrivere un libro, che la promessa della completa guarigione dalla sua malattia. David, che pensa di non aver nulla da perdere, accetta questo ingaggio ignorando i pericoli, a cui sta andando incontro. Ben presto infatti, David scopre che il suo editore è coinvolto in efferati e terribili crimini e che in realtà Corelli, vuole sacrificare l’anima di David, per riacquistare la propria.
Zafon come sempre ha la capacità di “rendere credibile l’incredibile”: il romanzo, pura fantasia, cattura il lettore, ipnotizzandolo e immergendolo in dinamiche, che per quanto siano irreali, toccano tematiche attuali e intense.
Molti hanno definito “ Il gioco dell’angelo” , una riproposizione discreta del best seller “L’ombra del vento”; in realtà, seppur utilizzando tematiche simili nei suoi romanzi, Zafon non è mai ripetitivo e riesce sempre ad accattivare ed a rendere affascinante la cupa e maledetta Barcellona grazie ai suoi protagonisti, ma soprattutto, all’amore per la scrittura e per la lettura.

“Tutto è racconto, Martin. Quello che crediamo, quello che conosciamo, quello che ricordiamo e perfino quello che sogniamo.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
ZAFON E THRILLER
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri