Dettagli Recensione

 
L'arte di correre sotto la pioggia
 
L'arte di correre sotto la pioggia 2017-04-03 13:52:08 Sandra Maggiore
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Sandra Maggiore Opinione inserita da Sandra Maggiore    03 Aprile, 2017
  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'ARTE DI CORRERE SOTTO LA PIOGGIA, UNA STORIA D'A

Garth Stein, un altro autore che mi era sconosciuto fino a L’arte di correre sotto la pioggia. Uno stile fluido, squadrato e lineare, informativo, piacevole.
Questo libro è consigliato a chi ama gli animali, in particolar modo i cani, e a chi crede nella loro anima immortale, non diversa dalla nostra, anche se infilata nel corpo di un’altra specie.
Io ho due cani, per cui credo fermamente nella loro anima e nella loro coscienza.
Non sono solita leggere libri sugli animali poiché fin troppo spesso il contenuto di questi libri risulta essere un po’ duro e fin troppo commovente. L’arte di correre sotto la pioggia non è diverso, purtroppo.
Dopo Bailey e Marley, ecco Enzo, un cane allegro e coscienzioso, curioso e affascinato dal mondo degli umani, con il sogno di diventare uno di loro. Innamorato del proprio padrone, condivide con lui la passione per l’automobilismo, e lo accompagna per tutta la durata della sua vita, tra vette e abissi, risate e sorrisi. L’amicizia tra i due protagonisti è a dir poco esemplare, piena di forza, amore, pazienza e resistenza. Il loro rapporto spicca così tanto all’interno delle pagine da offuscare tutte le altre relazioni, comprese quelle tra Denny e sua moglie Eve e sua figlia Zoe.
Ho apprezzato l’inizio e la fine di questo romanzo, commuovendomi moltissimo nella lettura dell’epilogo (è stato proprio l’epilogo a farmi innamorare di questo racconto). La parte centrale, invece, è oscura e negativa, perciò non mi è piaciuta. Tra una tragedia e l’altra, Enzo rimane accanto a Denny, un rapporto incondizionato che ci fa comprendere quanto possono essere profondi e intensi i legami con gli animali. Non c’è discriminazione, qui.
Lo consiglio a chi ha degli amici pelosi (o piumati) e li adora per quello che sono, senza condizioni; a chi li tratta con amore e rispetto, curandoli e proteggendoli a dispetto di tutto; lo consiglio a chi li maltratta – gli animali hanno un’anima come noi, e il karma esiste per un motivo.
Un po’ di emotività è prevista, ma qualche lacrima accompagnata da un sorriso non hanno mai fatto male a nessuno.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Che dire, io sono di parte perché l'ho semplicemente amato.... ;-)
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri