Dettagli Recensione

 
Sotto un cielo cremisi
 
Sotto un cielo cremisi 2017-06-06 11:43:26 Rebel Luck
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Rebel Luck Opinione inserita da Rebel Luck    06 Giugno, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Corrente alternata

Sesto capitolo della serie, Hap & leonardo sono sempre fortissimi, ma i dialoghi e le situazioni cominciano a zoppicare un pochino.
Lo smalto che mi aveva conquistato nei precedenti capitoli sembra essersi un pochino sbiadito.
Forse è anche colpa mia, i libri sono stati scritti a distanza di anni, mentre io li ho letti tutti in pochi giorni, senza pausa tra uno e l'altro.
Una cosa che all'inizio del libro mi ha lasciato perplesso è che Hap non lavora più nell'azienda del padre della ragazza che ha salvato nel romanzo precedente.
Mi è sembrata un'incoerenza, ed a me le incoerenze rendono la lettura indigesta. Continuo a pensarci.
Altre piccole incoerenze affiorano nel corso del libro, come se l'autore non avesse riletto i precedenti prima di scrivere questo e gli fosse scappato qualche particolare.
Per fortuna l'azione non manca, anche se più "spezzettata" rispetto al solito
---
Continua la storia tra Hap e Brett, quella che sembra essere la sua anima gemella, come Leonard, solo più sexy:

"Io e Brett ce ne stavamo a letto, al piano superiore della nostra casetta in affitto, col
fiato corto perché appena arrivati al traguardo di una lenta, tenera corsa che, qualche
volta, potrebbe anche sembrare una competizione; ma basta impegnarsi nella maniera
giusta per sentirsi vincitori, anche se si arriva ultimi.
E, in quell’ istante, la vita era bella."

Non mancano le descrizioni della realtà che colora il libro ricche delle solite godibilissime e sboccate metafore:

"La nostra destinazione era una sorta di sobborgo da bianchi con le pezze al culo,
formato da un boschetto di alberi spennacchiati per via dell’autunno, qualche pino
sempreverde, una casamobile che pendeva da una parte e un cane accucciato a
scacazzare in quello che in teoria doveva essere un giardino. Il cane era di taglia
media, color giallo sporco, e l’ultimo pasto che doveva aver consumato sembrava
quello che stava giusto cacando. Si stava impegnando a tal punto, nel
confezionamento di quegli stronzi, da aver messo su uno sguardo strabico; e con una
concentrazione così intensa da far sospettare che fosse ormai in dirittura d’arrivo per
risolvere i problemi della teoria delle stringhe."

Dalla mente di Hap:
"Per un uomo, qualunque cosa può diventare un’arma, anche la lingua."
---

Nel complesso anche questo sesto romanzo della serie mi è piaciuto molto.
Alla fine l'ottimo livello qualitativo, la prosa veloce ed i dialoghi divertenti fanno passare in secondo piano le cadute di stile e le incongruenze riscontrate.
Mi è piaciuto ma non come i precedenti.
Mi ha divertito leggerlo ma non come i precedenti.
Salvo l'autore ed i protagonisti e leggerò sicuramente anche i due seguiti che ancora mi mancano, ma non subito!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri