Dettagli Recensione

 
Vergogna
 
Vergogna 2017-06-08 08:24:12 68
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
68 Opinione inserita da 68    08 Giugno, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il dolore dentro di noi

Sud Africa post-apartheid, David Lurie, cinquantaduenne insegnante universitario di scienza della comunicazione, non ama quella professione che gli dà da vivere, proviene da una famiglia di sole donne, con due matrimoni alle spalle, una figlia lontana, affranto da un inaccettabile senso di invecchiamento ed invisibilità.
Sospeso tra una inconsistente routine ed un se' ormai allo sbando, inserito in un quotidiano diviso tra frequentazioni sessuali a pagamento e studenti ignoranti e disinteressanti, inciampa in una passione amorosa per una giovane studentessa, ammagliata dal suo ruolo e carisma.
Denunciato dal fidanzato e dal padre di lei, di fronte ad una commissione d' inchiesta ammette colpe e responsabilità ma, rigettato il pentimento richiesto, decide di abbandonare per sempre il mondo accademico.
Si trasferirà in campagna, sulla costa orientale del paese, per trascorrere un periodo dalla figlia Lucy, venticinquenne ex hippie con inclinazioni omosessuali che vive accudendo cani in pensione e vendendo fiori al mercato, la manualità come orizzonte di vita.
È una figlia che ha da sempre trascurato, una giovane donna ancora alla ricerca di se' e del proprio orizzonte di vita.
I due non si sono mai frequentati ed amati, vivono questa parentesi di convivenza memori di un passato relazionale complicato, assente, due individui agli antipodi.
Saranno vittime di un episodio di violenza e devastazione, in primis per Lucy, e saranno costretti a ridefinire futuro ed aspettative.
Il cuore del romanzo vive del rapporto padre-figlia, a contorno quel senso di vergogna che riguarda la propria vita accettando inspiegabilmente la violenza subita ( per Lucy ) ed espiando gli errori commessi ( per David ).
Se David si macchia di protervia e colpevolezza alla mercé dei propri fluttuanti effluvi amorosi, con un abuso di ruolo, trascendendo ed ignorando qualsiasi principio di etica deontologica, alla ricerca di un improbabile riparo da un senso di caducità, solitudine, inutilità, Lucy è la vittima sacrificale di una violenza gratuita e bestiale impregnata di odio, vendetta, macchinazione, divenendo semplice oggetto di scambio, merce, debito da ottemperare.
Inserita nella cruda ed ancestrale realtà di un Sud Africa post apartheid che vive di aspre contrapposizioni economiche, razziali, di convivenza civile, con dislivelli sociali marcati, ingiustizie evidenti, una scarsa e deficitaria legalità, emerge una dimensione strettamente privata, uno scambio umano e relazionale padre-figlia, uomo-donna.
David e' stato sospinto dal cieco ed infantile potere dell' Eros a compiere il proprio misfatto con un pentimento tardivo, ed ha sempre giustificato l' errore commesso all' ombra di volutta' e desiderio, di un impulso irrrefrenabile per la beltà femminile, dell' amore per la poesia, novello Byron, di cui è un profondo studioso e conoscitore, declinando il proprio ruolo di educatore, padre, pedagogo, uomo maturo.
Lucy, al contrario, e' una giovane saggia, coscienziosa, con rigidi precetti morali, lontana dall' apparenza, inserita in un quotidiano cruento, vive relazioni fondate su realtà tangibili, sostanziali, senza voli pindarici, ma conserva anche una fragilità emotiva di fondo.
David ha vissuto e continua a vivere di pure ipotesi e teorie accademiche e, nell' incedere del racconto, Lucy lo accompagnerà in una esplorazione di un mondo diverso e sconosciuto, la vita.
Nell' aspra e difficile vita di campagna, in quel faticoso e quotidiano lavoro della terra, contornato dalle sofferenze di animali soli, abbandonati, indifesi, destinati all' abbattimento, alla mercé di forze imperscrutabili e pericolose, lontano dalle certezze cittadine, dal conservatorismo e dai privilegi corporativisti, da quella spocchiosa superiorità intellettiva, stenta a riconoscersi ne' comprende esistenze diverse, ma semplicemente non esistono vite migliori e peggiori.
David cosa vuole da Lucy, lei che sta cercando di costruirsi la propria vita e di uscire dalla sua ombra? I loro abbracci sono rigidi come un bastone accompagnati da momenti in cui sembrano due estranei che vivono nella stessa casa.
Quella terribile esperienza sconvolgerà i termini della vita di entrambi, si farà comunanza e condivisione, nella disperazione, ma in parte ciascuno manterrà la propria visione del mondo, più semplicemente andra' incontro al proprio destino, in attesa di un futuro e con l' impressione che la discutibile e tormentata scelta di vita di Lucy non possa essere pienamente capita e condivisa, perché fondata su radici profonde di un animo squisitamente femminile.
Un romanzo dalle tinte forti, aspre, vive, inserito nella dura realtà sudafricana che amalgama una serie di tematiche socio-relazionali, pubblico-private, di convivenza interazziale e relazioni interpersonali complesse .
Un linguaggio, essenziale, costruito sul presente, senza fronzoli o declinazioni poetiche, proprio come la realtà descrittavi.
Rimane, alla fine, un senso di scarsa definitezza del protagonista, piuttosto caotico ed inconcludente nelle proprie scelte affettive, infantile, arruffone, egoista, controverso, spesso coinvolto in relazioni tragiche ed assurde, anche banali, avvolto in un idealismo sognatore ma poco romantico che si scontra con l' autentica realtà di dolore, scelte di vita, passione e sentimenti ( quelli di Lucy ).
È una sensazione, questa, che accompagna tutto il racconto ( di cui David è il protagonista ) ed a mio avviso, finisce per condizionarne il giudizio complessivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Prova a leggere Aspettando i barbari che secondo me è un romanzo meraviglioso, molto superiore a questo.
In risposta ad un precedente commento
68
10 Giugno, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie della segnalazione, in effetti questo romanzo non mi ha entusiasmato!!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri