Dettagli Recensione

 
Il cantiere
 
Il cantiere 2018-04-01 09:00:49 Mario Inisi
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    01 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mistero del cantiere

Era da tanto tempo che non trovavo un romanzo che mi entusiasmasse tanto. Il cantiere è bellissimo come storia e come scrittura. E’ un romanzo Kafkiano. Onetti è meno cupo del vero Kafka, meno contorto ma altrettanto nebuloso, forse più malinconico e decadente. La storia è difficile da seguire sul piano della realtà, risulta strana, surreale (pur mantenendo una sua logica), e proprio per questo fa entrare in una dimensione simile a quella del sogno dove cose, dialoghi e personaggi hanno contorni imprecisi, fluttuanti, interessanti, magnetici, allusivi di altro. Ogni cosa potrebbe anche avere un significato allegorico: il cantiere, l’affannarsi dei personaggi per tenere in piedi una finzione quale quella di fare un lavoro sensato, di avere un ruolo sociale o relazioni “normali”. Il non senso affiora in ogni pagina dalle rovine del cantiere. I personaggi sono bellissimi: il protagonista Larsen, in cerca di un improbabile riscatto sociale, Petrus, il padrone del cantiere, i due dipendenti, le donne. I personaggi sono tutti strani, hanno tra loro relazioni nebulose e non totalmente afferrabili. Sono poliedrici e contraddittori. Per esempio Larsen: vecchio, decrepito con la pancia ma anche pieno di energia, con pretese per lo meno formali da seduttore. La donna di Galvez, uno dei dipendenti, gravida, sensuale nella sua trascuratezza (porta vestiti e scarpe da uomo). La figlia di Petrus: pazza, idiota, fuori dal mondo ma forse no. Kunz, direttore tecnico del cantiere, il personaggio più docile, che a un certo punto risulta essere il narratore. Galvez, il traditore di Petrus, ma forse traditore più della comune farsa che di Petrus. Petrus, il giocatore, il simulatore, quello per cui ciò che conta è il gioco con le sue improvvisazioni. La realtà diventa un’ombra nella vita dei personaggi, una minaccia.
Insomma un romanzo davvero interessante e unico per lo stile narrativo, per l’uso della lingua, delle immagini e della scrittura.


"La donna aveva capelli unti pettinati sugli occhi e la smorfia ripetuta del no era ormai una seconda faccia, una maschera mobile e permanente di cui si spogliava soltanto, forse, nel sonno. E tutto quello che l'esperienza di Larsen poteva portare alla luce e ricostruire, con l'aiuto di vecchie intuizioni che avevano dimostrato di essere giuste, non bastava a convincerlo che sotto i goffi segni di tenerezza, rifiuto, modestia e patetico narcisismo, che trapelavano come un bagliore dai tremori della pelle, ci fosse effettivamente la vera faccia della donna, quella che le avevano dato, non fatto e aiutato a fare."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
assolutamente da non perdere!
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Hai scritto una stimolante recensione, Mario. Tra le mie varie lacune in campo letterario, però, c'è anche quella di non conoscere questo celebre autore : da un po' di tempo mi sono allontanato dalla letteratura latino-americana. Ma non è escluso un ritorno.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
04 Aprile, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Io avevo un forte pregiudizio negativo verso la letteratura latino americana ma dopo Cortazar e Onetti ....
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri