Dettagli Recensione

 
Il ladro e i cani
 
Il ladro e i cani 2018-09-16 06:57:03 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    16 Settembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La giustizia come ossessione

Said, protagonista del romanzo, ha ricevuto un grave affronto. La moglie nel periodo in cui lui era in carcere se ne è andata con il suo servo, un cane. A casa dell'uomo la figlia non lo riconosce e rifiuta il suo abbraccio. Il rifiuto della bimba è la molla che innesca nel suo cuore il desiderio di vendetta così come il tradimento "ideologico" dell'amico giornalista. Said ha perso tutto. Lui, il leone, è stato tradito dai cani. Con cani intende servi, gente che non ha la sua libertà di pensiero, schiavi della morale corrente, del buonsenso gretto, delle buone maniere stupide. All'amico giornalista rimprovera di non essere sempre stato un cane. Una volta aveva un'altra apertura mentale. A Said rimangono legate due persone: la prostituta Nur, da sempre innamorata di lui e l'oste. Ma di queste persone lui non ha nessuna considerazione perchè lo riamano come cani fedeli e non mostrano nessuna personalità. La moglie infatti era molto più "difficile".
Alla apparente apertura mentale di Said l'autore contrappone il mistico shaykh Ali Guanydi da cui Said si rifugia appena uscito di prigione. E' dal confronto con il santo alla ricerca di un pensiero veramente superiore che gli indica la via della pace del cuore, che anche Said si rivela un cane schiavo delle sue ossessioni di vendetta. Bellissimo il finale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
L'ho letto tantissimi anni fa, prima esperienza con Mahfuz. La tua recensione ha risvegliato le sensazioni che provai allora. Complimenti Mario.
Del famoso autore ho letto unicamente "Vicolo del mortaio" . Non posso dire che sia un brutto romanzo, affatto. Però non ho provato il piacere della lettura. Non sono il lettore adatto a quel libro.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
16 Settembre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi fa piacere di avere resuscitato i tuoi bei ricordi, Enrico.
A te Emilio consiglio caldamente I cardi del Baragan di Istrati. E' da quando l'ho letto che ho pensato Ecco un libro per Emilio.
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Un'amicizia
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri