Dettagli Recensione

 
Exit west
 
Exit west 2018-12-07 12:46:04 AlessandraDP
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
AlessandraDP Opinione inserita da AlessandraDP    07 Dicembre, 2018
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Aspettative parzialmente deluse

Le aspettative su questo libro erano molto alte, avevo sentito diversi pareri positivi. Eppure, mi è piaciuto solo in parte. Vi spiego perchè.

La storia è interessante: ambientata in un Paese non meglio specificato del Medio-Oriente, la narrazione si concentra sulle figure di due giovani, Nadia e Saeed, i quali poco a poco iniziano a frequentarsi. La loro relazione, tuttavia, è resa complicata dalla situazione invivibile in cui, loro malgrado, si trovano: il loro Paese è dilaniato da una guerra civile, le milizie controllano con la forza i cittadini, nessun posto sembra essere sicuro.

Improvvisamente, si sparge la voce dell’esistenza di alcune porte, che sembrerebbero trasportare da un luogo all’altro. Incuriositi e desiderosi di avere una vita normale, quanto meno sicura, Nadia e Saeed decidono di avventurarsi attraverso una di queste porte. Inizia così il loro viaggio, che li porterà in diverse parti del mondo. Tuttavia, le porte hanno avviato un processo di migrazione globale, che causerà diversi problemi.

L’idea di fondo è nuova, quasi brillante. Inoltre, la scrittura è piacevole, ci sono momenti in cui sembra abbandonarsi al flusso di coscienza. Si tratta di una scrittura empatica, che coinvolge. Anche il ritmo della narrazione è veloce, forse troppo.

Il problema: i personaggi e gli avvenimenti sembrano narrati in modo troppo superficiale. Nadia e Saeed cambieranno durante le loro esperienze, cresceranno, la guerra e gli eventi connessi alla migrazione li renderanno delle persone diverse da quelle che incontriamo nelle prime pagine. Tuttavia questo cambiamento è quasi impercettibile. I protagonisti non sono analizzati in profondità, i dialoghi sono quasi inesistenti.

Gli avvenimenti descritti nella storia sembrano essere solo buttati lì a caso, nonostante la loro attualità e importanza: migrazione, integrazione, rapporto tra migranti e nativi, guerra, omosessualità, famiglia, religione e fondamentalismo. Questi sono solo alcuni dei temi trattati, che però non vengono effettivamente elaborati nel dettaglio. Si tratta di tematiche che meriterebbero di essere approfondite meglio, a mio parere.

Per non parlare dei diversi personaggi e livelli narrativi introdotti durante il corso della storia. Parti inserite quasi a caso, che dovrebbero dare un senso di comunione delle esperienze umane, ma che in realtà sembrano solo allungare una narrazione altrimenti troppo sbrigativa.

Un libro originale, con molto potenziale, sia dal punto di vista tematico, che della scrittura, che però l’autore non sembra essere stato in grado di narrare al meglio. Si tratta di una lettura che comunque consiglio perchè valida, anche solo per le tematiche affrontate, ma mi aspettavo molto di più. Peccato.

Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Molto interessante e ben argomentata la tua opinione, Alessandra. Ho questo libro fra le mie prossime letture.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri