Dettagli Recensione

 
Isabel
 
Isabel 2019-11-25 09:37:26 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    25 Novembre, 2019
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La signora del ritratto

Disse Isabel : "Io credo (...) che è da me stessa che vorrei essere libera" .

Ritengo bellissimo questo libro, che è l'immaginaria prosecuzione di "Ritratto di signora" , famoso romanzo di Henry James. Lo scrittore qui è il celebre J. Banville, irlandese.
Che qualcuno prosegua il romanzo di un altro è cosa di cui diffido. Ma le credenziali di cui gode Banville lo mettono al riparo da sospetti 'commerciali' .

Il libro effettivamente è di altissimo livello letterario, tanto che può essere considerato un omaggio a H. James. Banville infatti adotta una scrittura che crea continuità con l'opera da cui parte e soprattutto degna della prosa di James stesso.
Tutti i personaggi, inoltre, vengono sviluppati secondo potenzialità e caratteri già delineati in "Ritratto di signora". La stessa protagonista Isabel presenta un'evoluzione nel rispetto della figura ivi elaborata. Qui è proiettata verso chiarimenti e scelte, tramite un approfondimento psicologico-esistenziale notevolissimo e di rilevante acutezza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...

H. James, "Ritratto di signora"
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Chi se non John Banville, scrittore dallo stile raffinatissimo, poteva fare il "sequel" di un romanzo jamesiano? Grazie per l'interessante segnalazione, Emilio.
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
26 Novembre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te, Giulio.
Un libro che mi ha sorpreso positivamente : bellissima scrittura e molto rigore.
siti
26 Novembre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Non riesco proprio a immaginarlo, "Io credo (...) che è da me stessa che vorrei essere libera" .Io la lascio lì, irrisolta!
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
27 Novembre, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Laura, io l'ho interpretata come emancipazione da se stessi, cioè con essere prigionieri di ambizioni, desideri, passioni, dipendenze, modelli introiettati... che di fatto restringono i nostri ambiti di autentica libertà.
Penso sia l'emancipazione più difficile, ma l'unica 'vera' .
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oryx e Crake
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri