Dettagli Recensione

 
L'amore ai tempi del colera
 
L'amore ai tempi del colera 2020-03-08 13:44:29 Beatricenevolo
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Beatricenevolo Opinione inserita da Beatricenevolo    08 Marzo, 2020
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'ATTESA E POI PER TUTTA LA VITA:

Il titolo della recensione fa già presagire un pò quanto possa essere dura raggiungere i propri obiettivi.
"Un'attesa lunga 53 anni,7 mesi e 11 giorni" dal momento in cui Florentino Ariza vide Fermina Daza per la prima volta fino a quando il suo sogno si coronerà. L'amore che prova per questa donna ,vista da fanciulla,lo porterà ad avere molte relazioni e amori,ma mai nessuno paragonabile a quello per questa donna, o tale da indurlo a rinunciare all'oggetto del suo desiderio.La considera "la più bella del Caribe",ma sarà a causa del padre di lei se saranno presenti delle lungaggini.Nonostante tutto ,prima del matrimonio di lei ,tra i due si verrà a creare una lunga e fitta corrispondenza che per un pò reggerà alle varie difficoltà ma successivamente verrà pian piano scemando ,nonostante la tenacia di Florentino ,che con il passare degli anni diverrà compositore di lettere e soprattutto libri d'amore.
Per quanto riguarda Fermina,la sua vita sarà particolare e ricca di eventi ,tra cui il suo matrimonio che la porterà a viaggiare molto,avere molte conoscenze ,molta vita mondana ma non solo.Dolorosa sarà la morte del marito nonostante molte volte la sua presenza e le sue abitudini la infastidissero. Un amore strano il loro(non per forza ciò va visto in chiave negativa),particolare e unico nel suo genere.
Anomalo è più che altro il rapporto tra i due protagonisti principali.
Meraviglioso sarà però il loro incontro,dopo tutto questo tempo ,il loro amarsi e innamorarsi sempre di più,come fossero due giovanotti,nonostante la loro età avanzata ,il loro voler continuare il viaggio intrapreso e ostacolato dal colera.
Gli ambienti e i paesaggi descritti sono vari,molteplici. Molte le città europee ,ma anche i luoghi chiusi come teatri,uffici,mura domestiche .Il tutto è narrato con molta maestria,leggerezza ma soprattutto quotidianità.
La flora e la fauna vengono descritte come se fossimo noi stessi ad osservare il tutto,come protagonisti invisibili all'interno della narrazione .
Tendiamo a percepire la tensione,gioia,il dolore dei personaggi,rimanendo poi intrappolati nel capolavoro.
Lo stile di Garcia è sempre più magico,unico nel suo genere,ricco e splendido ,da far venire la pelle d'oca grazie alla cura che mette in ciò che fa,l'amore e la passione che trasmettono le sue parole ,le emozioni che sgorgano fuori dall'opera .
Il lieto fine tanto agognato e atteso,che riempie di gioia e speranza il cuore. DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE E DA LEGGERE ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri