Dettagli Recensione

 
Le benevole
 
Le benevole 2008-02-15 09:22:06 paola
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da paola    15 Febbraio, 2008

un'operazione di mercato

Ho trovato il libro pesante, infarcito di inutili sigle e gradi; il racconto è eccessivamente lungo e non aggiunge nulla a quello che già si sa della shoà. Se l'intento dell'autore era quello di descrivere il nazista medio ha decisamente fallito, molto meglio Arendt e la banalità del male. Aue è solo uno psicopatico che cerca giustificazioni, anche quando accenna al disgusto per quel che vede e quel che fa non risulta credibile. Per quanto concerne poi i cosiddetti momenti erotici, raramente ho letto qualcosa di meno coinvolgente in tal senso e non in quanto Max è omosessuale, ma in quanto è pazzo. Francamente, ho trovato maggior spessore nelle descrizioni dei serial killer di Deaver e negli psicopatici di King che in questo romanzone pesante e inutile che non saprei definire che inutile e pomposamente autoreferenziale

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
04
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri