Peccato originale Peccato originale

Peccato originale

Saggistica

Editore

Casa editrice


Dopo "Vaticano Spa", "Sua Santità", "Via Crucis", tre inchieste che ci hanno introdotto nelle stanze e nei segreti più profondi del Vaticano, in questo nuovo libro Gianluigi Nuzzi ricompone, attraverso documenti inediti, carte riservate dall'archivio Ior e testimonianze sorprendenti, i tre fili rossi - quello del sangue, dei soldi e del sesso - che collegano e spiegano la fitta trama di scandali, dal pontificato di Paolo VI fino a oggi. Una ragnatela di storie dagli effetti devastanti, che hanno suscitato nel tempo interrogativi sempre rimasti senza risposta e che paralizzano ogni riforma di papa Francesco. L'autore ricostruisce finalmente molte verità che mancavano, a cominciare dal mistero della morte di papa Luciani e il suo incontro finora mai divulgato con Marcinkus; la trattativa riservata tra Vaticano e procura di Roma per chiudere il caso Emanuela Orlandi; i conti di cardinali, attori, politici presso lo Ior, tra operazioni milionarie, lingotti d'oro, fiumi di dollari e trame che portano al traffico internazionale di droga; l'evidenza di una lobby gay che condiziona pesantemente le scelte del Vaticano, tra violenze e pressioni perpetrate nei sacri palazzi e qui per la prima volta documentate. Ecco il "fuori scena" di un blocco di potere per certi aspetti criminale, ramificato, che continua ad agire impunito, più forte di qualsiasi papa (Ratzinger è stato costretto alle dimissioni aprendo però la strada a Bergoglio), sempre capace di rigenerarsi, che ostacola con la forza del ricatto e dei privilegi ogni tentativo di riforma.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuti 
 
3.5  (2)
Approfondimento 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Peccato originale 2018-02-22 18:53:54 ornella donna
Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
3.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    22 Febbraio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I tanti scandali del Vaticano

GianLuigi Nuzzi dopo aver scritto Via Crucis, Sua Santità, Vaticano S.p.A., torna ad occuparsi della Chiesa Cattolica, e in particolare del Vaticano, in Peccato originale. Il libro è diviso in tre grandi capitoli o argomentazioni ben specificate e minuziosamente documentate: Soldi, Sangue e Sesso. Con un sottotitolo importante: Conti segreti, verità nascoste, ricatti: il blocco di potere che ostacola la rivoluzione di Francesco.
Dalla lobby alla denuncia dei chierichetti di san Pietro, che sarebbero stati sottoposti ad attenzioni di alti prelati della gerarchia vaticana, dai conti correnti allo Ior di Eduardo De Filippo o di Anjeze Gonxe Bojaxhiu (Madre Teresa di Calcutta) alla riapertura del caso di Emanuela Orlandi passando anche per il presunto legame di quest’ultima vicenda con quel “Renatino” De Pedis, il “Dandi” di Romanzo Criminale, sepolto nei sotterranei di Sant’Apollinare. E poi la morte di Giovanni Paolo I, Papa Luciani, che Nuzzi nel libro descrive così:
“Questo pover’uomo viene via da Venezia, una piccola Diocesi che sta invecchiando, con 90.000 persone e preti anziani. Poi, all’improvviso, viene catapultato in un posto e nemmeno sa dove siano gli uffici. (…) Si mette a sedere e il segretario di Stato gli porta una pila di documenti, dicendo: “Esamini questi!”. Ma lui non sa neppure da dove cominciare.”
Secondo l’inchiesta Luciani non dovrebbe essere stato avvelenato, bensì “schiacciato” dal peso di un enorme lavoro. E poi ancora i conti esteri. Un allegato del libro, del resto, è “la contabilizzazione assegno dal valore di 50.000 dollari, emesso all’ordine: S. S. Paolo VI per erogazione in relazione Esercizio 1973.”.
L’addebito sarebbe stato destinato al conto n.051 3 01588, intestato a “Cisalpine Fund”. Il sospetto è che questo documento faccia riferimento alla panamense banca Cisalpine, un ente nel cui Cda, poi, siederanno Marcinkus, Gelli e Calvi. E inoltre, la questione relativa alla lobby gay, la cui sarebbe stata ammessa dallo stesso Papa. E ancora party a base di cocaina e presunte molestie a chierichetti, gli stessi che sarebbero stati poi allontanati dal Vaticano successivamente alla denuncia degli abusi subiti, e, ancora, intercettazioni telefoniche dense di argomenti a sfondo sessuale. Il libro di Nuzzi è, quindi, un vero e proprio percorso all’interno dei misteri più densi della Santa Sede.
Devo, con sincerità, precisare di considerarmi una cattolica, anche se non molto praticante. Dopo aver letto, a tratti con sgomento, soprattutto nella parte dedicata alle attenzioni morbose ai chierichetti, questo libro, ammetto che le mie convinzioni vacillano pericolosamente. Credo fermamente nella giusta diffusione di tali libri e di tali tesi; ma preciso, altresì, che la Chiesa e lo stesso Papa Francesco abbia il dovere di prendere una decisa e forte posizione in merito, e soprattutto di cambiare, rivoluzionando davvero. Per continuare a vivere, in modo pulito, ma anche più rassicurante per i propri stessi fedeli. Una rivoluzione totale che prenda le mosse da un passato oscuro, che fornisca risposte convincenti e verità salde. Soprattutto per le giovani generazioni future a venire. Spero che questo libro sia solo l’inizio di un percorso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Peccato originale 2017-12-31 05:20:42 Bruno Elpis
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    31 Dicembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L’unica banca offshore nel centro di Roma

La prefazione (Papa Francesco e le sette domande) di Peccato originale pone sette domande, alle quali tenta di rispondere Gianluigi Nuzzi nelle tre parti del saggio-inchiesta che tanto scalpore ha prodotto (principalmente per la parte terza). I titoli delle tre sezioni corrispondono a pulsioni allitterate da tre esse: Sangue – Soldi – Sesso.

La prima parte (Sangue) ha i toni del romanzo giallo e verte su due grandi misteri vaticani: la morte di papa Luciani e la scomparsa di Emanuela Orlandi. È forse la parte più avvincente, si snoda tra rivelazioni e passaggi critici che delineano la teoria dell’autore su ciascuno dei due eventi misteriosi e tragici.

La seconda parte (Soldi) è un’inchiesta documentata e argomentata sui principali scandali economici degli ultimi decenni, che vedono la banca vaticana (“Benvenuti allo Ior, l’unica banca offshore nel centro di Roma”) in pole position nella black list delle bad bank, e scusate i tre inglesismi! Queste pagine inducono una constatazione: sì, i mercanti occupano ancora il tempio!

La terza parte (Sesso), quella maggiormente anticipata dalla stampa per l’effetto scandalo, include le rivelazioni di un ex “chierichetto del papa”, che viene intervistato dall’autore. Qui sgorga l’ottava domanda: esiste una lobby gay in Vaticano?

Il saggio, tra l’altro, formula un’ipotesi che consente di meglio inquadrare la figura di papa Ratzinger e il significato della sua rinuncia al pontificato.

Giudizio finale: analitico, a tratti certosino nelle ricostruzioni di conti vaticani e truffe, intrigante.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri