Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Arrigoni e l'omicidio nel bosco
 

Arrigoni e l'omicidio nel bosco Arrigoni e l'omicidio nel bosco

Arrigoni e l'omicidio nel bosco

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


È la prima inchiesta che il commissario capo Arrigoni del Porta Venezia conduce lontano dalla sua amata Milano. Siamo nel 1953, e gli alti comandi di polizia e carabinieri decidono di costituire un'unità speciale che dovrà indagare sugli omicidi che vengono commessi in piccoli paesi della Lombardia. A capo dell'unità viene nominato proprio Arrigoni che, pur non essendo troppo entusiasta della proposta, per senso di responsabilità accetta l'incarico. Dopo una settimana, ha già un caso da risolvere. Parte insieme al il giovane e fidato agente Di Pasquale, un esuberante e brillante partenopeo, nonché impenitente donnaiolo. I due raggiungono Arbizzone Varesino, un paese di montagna affacciato sul lago Maggiore, dove il contrabbando con la vicina Svizzera è la principale fonte di guadagno: un posto tranquillo, all'apparenza, ma che nasconde più di un segreto. Qui, in un bosco, è stato rinvenuto il cadavere di un uomo, ucciso con un colpo alla tempia, sferrato probabilmente con una pietra trovata nel vicino torrente. L'uomo, ricco e sposato con una ragazza molto più giovane, era ufficialmente un imprenditore edile, ma, come si scoprirà nel corso dell'indagine, anche uno strozzino...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Arrigoni e l'omicidio nel bosco 2018-11-02 10:23:40 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    02 Novembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il commissario Arrigoni va in trasferta

Dario Crapanzano torna in libreria con Arrigoni e l’omicidio nel bosco, un tuffo in un passato lontano, un mondo totalmente diverso dall’attuale, dove i valori e gli esseri umani era profondamente differenti dagli attuali. Una pennellata gialla su un mondo che non esiste più, fa di questo libro una lettura avvincente ed intrigante.
Torna il commissario Arrigoni, costretto dai superiori ad una trasferta in un piccolo paesino: Arbizzone Varesino, sul lago Maggiore. Qui nei boschi è stato trovato morto un ricco imprenditore del paese. Arrigoni è un:

“uomo basso, tozzo e corpulento dai capelli grigi sempre arruffati, vestito in modo decoroso, ma non particolarmente elegante.”.

E’ un investigatore nato, di grande acume e competenza, amante delle belle donne e della buona cucina in ugual misura, un galantuomo. Con il fido Di Pasquale,

“il quale, oltre ad essere un ottimo investigatore, è un giovanotto simpatico e divertente, il compagno ideale.”.

Intraprende le indagini del caso, capendo immediatamente di trovasi ad affrontare un caso complicato. La vittima era sposato con una donna molto più giovane di lui, il cui ex fidanzato è il suo braccio destro nell’azienda. Di lui si vocifera che si sia arricchito con l’attività di contrabbando, oltre che di strozzinaggio. Insomma un bel tipo, poco rimpianto. Per Arrigoni tanti spunti utili per risolvere brillantemente il caso.

Un bel giallo classico, dove la base degli indagini non seguono

“alcun metodo particolare. Le nostre indagini si basano sul buon senso e l’esperienza, e si ispirano a pochi ma chiari concetti, cioè analisi approfondita dei fatti e, soprattutto, studio della vita e della personalità della vittima: abitudini, frequentazioni, amori, vizi e virtù, e chi più ne ha ne metta.”.

Un libro garbato, gentile, educato. Una storia senza troppa violenza o sangue. Un noir di indiscusso fascino d’antan, tra cucina e sapori di altri tempi.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri