Cadaveri a sonagli Cadaveri a sonagli

Cadaveri a sonagli

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Metti una coppia di ladruncoli sgangherati, sicuri di avere in tasca il Grande Colpo; metti un marito fedifrago che non vede l'ora di liberarsi della moglie, tanto odiata quanto, purtroppo, ricca; metti un operaio indolente che si ritrova nel posto giusto al momento giusto. Lea, Nicola, Gianni e Rocco sono convinti di essere alla vigilia della vita che da sempre credono di meritare, ma usciti dalla villetta nelle Langhe in cui le loro storie si incrociano, proprio quel che sembra semplice e scontato innesca una valanga di imprevisti ed effetti collaterali che presto sommerge tutti. Complici un sovrintendente di polizia sotto esame, un accertatore dell'assicurazione senza niente da perdere e un mucchio di soldi di cui nessuno immaginava l'esistenza, questi nuovi, scurissimi Soliti Ignoti in due soli giorni scopriranno che il Destino ha molto più senso dell'umorismo e della perfidia di quello che crediamo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cadaveri a sonagli 2021-03-12 14:30:43 ornella donna
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    12 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uno spaccato cinico di provincia

Christian Frascella, dopo aver firmato la serie con protagonista l’investigatore, un po’ sui generis, Contrera, torna sulla scena letteraria con Cadaveri a sonagli. Un giallo avvincente, ironico, uno spaccato reale e ben descritto sulla realtà di provincia, con i suoi vizi, oculatamente occultati, e i suoi misteri.
Ambientato a Santa Margherita, ridente paese delle Langhe, narra all’inizio di una rapina finita male. A compierla due ladruncoli a basso costo, Lea e Nicola, che decidono di entrare in una bella villetta, all’apparenza incustodita, per rubare ed assicurarsi, così, un po’ di denaro. Ma si accorgono troppo tardi della presenza di Carla, la proprietaria, rimasta a casa ammalata. Così nella loro incoscienza la gettano giù dalle scale, ma tutto precipita in pochi secondi. Così da rapinatori diventano anche assassini. Ma Carla è davvero morta? O ad ucciderla definitivamente è stato qualcun altro? C’è un testimone inaspettato accompagnato da un pischer irrequieto, che però …. Ad investigare Dora Baron,
“discreta inquirente fino al fattaccio. Non triste. Senso di colpa naturalmente. Ma da sempre, dalla scuola di Polizia, da prima del matrimonio, dall’adolescenza, dall’infanzia: un vuoto senza nome con lei attorno, l’assenza di qualcosa che non aveva identità, patologia, stigma.”
Un giallo trascinante, ricco di colpi di scena continui, scritto con una prosa semplice e precisa, ricca di humour. Caratterizzato anche da una profonda crudeltà, il romanzo è ben congegnato e trascina il lettore con sapienza narrativa. I personaggi, spesso avidi, cinici e crudeli, sono ben descritti e contribuiscono alla buona riuscita del testo. Una lettura di profonda attualità, coinvolgente e spesso dialogico. Particolarmente adatto agli amanti del genere. Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
Cadaveri a sonagli 2020-12-29 15:51:19 Andrea Bonazza
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Andrea Bonazza    29 Dicembre, 2020

Lettura consigliata

Una lettura gradevole, un incontro piacevolissimo quello con Frascella, che non mancherò di approfondire al più presto con la trilogia dedicata alle indagini di Contrera. Il libro non annoia, anzi diverte fin dalle prime pagine, con un susseguirsi di eventi tutti un po’ sopra le righe, ma perfettamente congrui nel quadro narrativo tracciato dall’autore. Tanti personaggi, tutti disegnati con sufficiente profondità e, sembrerebbe strano a dirsi, realismo e credibilità in una ambientazione, quella delle colline dei vigneti piemontesi, che potremmo definire insolita, ma non per questo meno intrigante. Per chi ama la scrittura moderna e il giallo che non si prende troppo sul serio, penso che sia una lettura consigliata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Alessandro Robecchi, Paolo Nori
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri