Conta fino a dieci Conta fino a dieci

Conta fino a dieci

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


A Cielo Rosso, un comprensorio popolare nella periferia sud di Catania, due bambini scompaiono mentre stanno giocando a nascondino. Tra tutte le famiglie che abitano in quelle muraglie di cemento, nessuno ha visto niente, nessuno sa nulla. O, più probabilmente, sono la paura e la miseria a tappare la bocca. È un caso scomodo, di quelli su cui si preferirebbe fare silenzio. Per questo a indagare viene mandato Jonathan Aiello, un poliziotto spiantato che ha poco da perdere e da guadagnare. Eppure sarà lui a fare luce su una vicenda ignobile, attraverso una discesa agli inferi che sarà anche la sua occasione di riscatto.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Conta fino a dieci 2017-10-24 09:55:45 Debora
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da Debora    24 Ottobre, 2017

Coinvolgente

La storia è coinvolgente, ambientata nella peggiore periferia italiana dove lo squallore è quotidianità. Ragazzini cresciuti nel più completo degrado, fra la violenza più cruda, eppure con valori forti. Credono nel l'amicizia e nell'amore ma i loro sentimenti sono violenti con l'ambiente in cui sono cresciuti! Il protagonista non è un eroe, è un trentacinquenne sgangherato che non riesce a entrare nell'età adulta, con tanti vizi e tanti problemi da "eterno adolescente " ma alla fine con un grande cuore. La storia è ben costruita e soprattutto nella parte finale tiene il lettore con il fiato sospeso. Il linguaggio è troppo violento, infarcito di parolacce, a volte è difficile seguire il filo del discorso perché è un continuo andare avanti e indietro con la storia. Altre volte invece le scene sono descritte in modo così nitido da sembrare la scenografia di un film. Comunque alla fine è un bel libro ed il finale sorprendente!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri