Giallo Milano Giallo Milano

Giallo Milano

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

In una Milano tra realtà e fantasia, l'architetto Luigi Bellotti, docente della Facoltà di Architettura, indaga sulla scomparsa della collega Irene, ripescata cadavere nelle acque del Naviglio Grande. In uno scenario che va dalle prime rivendicazioni studentesche alla strategia della tensione, Bellotti scoprirà che i motivi della morte di Irene hanno radici molto lontane nel tempo. Ma non è tutto, le sue indagini lo porteranno a scoprire molto di più. Ma qualcuno trama nell'ombra per nascondere o distruggere verità scomode. Il romanzo, pur attingendo da alcuni fatti storici, è un'opera di totale fantasia. Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Giallo Milano 2017-09-28 07:26:38 Laura V.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Laura V. Opinione inserita da Laura V.    28 Settembre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La Milano dei navigli

Diamine!, direbbe l’architetto Luigi Bellotti, protagonista del romanzo: l’ho proprio divorato, questo libro! Sarà per l’ambientazione molto particolare; o forse per il mistero intorno al quale è stata costruita la storia. Di certo, “Giallo Milano” di Giancarlo Bosini è un romanzo che si lascia leggere davvero con piacere.
Incorniciata nella Milano di fine anni Sessanta, la vicenda si svolge tra ambienti accademici, artistici e altri più popolari. Sullo sfondo, la contestazione studentesca, gli scioperi operai e quella strategia della tensione che di lì a breve avrebbe insanguinato il Paese. Con riferimenti a luoghi, fatti e personaggi, la Storia è tutt’altro che assente tra queste pagine in un sorprendente e ben dosato mix di realtà e fantasia, e non sempre quest’ultima supera la prima.
Un giallo che prende le mosse dal ritrovamento del corpo di una giovane collega del Bellotti nelle acque del Naviglio Grande, per poi giungere, attraverso i lavori di restauro dell’antica chiesa di Santa Maria Rossa di Crescenzago, addirittura a Leonardo da Vinci e a un’oscura e criminosa commistione fra Stato (e servizi segreti annessi) e ambienti ecclesiastici d’alto rango. Buona qualità di scrittura e stile narrativo che non tentenna da parte dell’autore, non alla sua prima pubblicazione; anche la caratterizzazione dei personaggi risulta ben rifinita per una lettura, nel complesso, molto scorrevole e per niente noiosa. Ottima e azzeccatissima, in chiusura, la trovata di dare allo scapestrato critico d’arte De Cristoforis (uno dei personaggi migliori, a mio parere) stabile sistemazione presso… un’enoteca parigina!
Ho trovato molto affascinanti le descrizioni della vecchia Milano, coi suoi monumenti storici, i cortili interni degli edifici, le case di ringhiera, l’ultima lavandaia che resiste disperatamente al tempo e al progresso e, soprattutto, le lente atmosfere invernali lungo i navigli solcati da caratteristici battellini, anche se questi in realtà non ci sono mai stati e i navigli stessi, come precisa l’autore in una nota finale, all’epoca dei fatti narrati non erano più navigabili essendo stati chiusi già dal 1929. In ogni caso, una scelta narrativa apprezzabile e suggestiva, così come l’immagine del protagonista che, per i suoi spostamenti urbani, ama viaggiare sui navigli.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri