Gioco fatale Gioco fatale

Gioco fatale

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Andrea ama le donne. A pagamento. E' un gigolò. Da Torino si sposta a Milano, in tutto il Piemonte, nelle valli cuneesi, laddove c'è fame d'amore. O quello che è. Per lui è un mestiere come un altro, qualche volta accompagnato da un pò di sentimento, molto più spesso è solo un contratto. Amare però rischia di diventare pericoloso. Succede se ti intrattieni con donne che pensi di conoscere, ma che in realtà risulteranno molto diverse. Quando Andrea, in quel di Ceva, si apparta con una cliente "fidata" succede di tutto; diventa una pedina da sacrificare in un grande gioco fatale, nel business dei videogiochi e dei film porno.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Gioco fatale 2017-10-23 06:15:25 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    23 Ottobre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un amore "particolare"

Bruno Vallepiano nasce a Roburent, in provincia di Cuneo, dove vive e lavora, e diventa scrittore e pubblica i suoi primi libri, prima con Fratelli Frilli editore con Violazione di domicilio nel 2008, passando poi alla casa editrice Araba Fenice con So dove parcheggi nel 2011, Buio in sala, La donna blu, In ginocchio da te, Oscuri percorsi. Ora torna in libreria con la sua ottava fatica dal titolo Gioco fatale.
Gioco fatale è un ottimo libro giallo, dal protagonista inusuale. Infatti la vicenda ruota attorno alla figura di Andrea Rolanda, un uomo che:
“ha quarantrè anni e per mestiere faccio l’amore con le donne. Non mi piace definirmi gigolò. Trovo il termine abusato e non mi piace nemmeno essere associato a quei fighetti palestrati che per fare soldi aprono un sito web e mostrano i loro muscoli(…) con l’intento di attrarre donne dalla insoddisfacente vita sessuale e spillare loro un po’ di denaro. (…) Ho fatto di questo mestiere una filosofia di vita. Non sono né bello né brutto; mi definirei semplicemente “piacente”. Sono fisicamente in forma ed alla mia salute tengo molto.”
Questo suo modo di vivere può, a lungo termine, diventare pericoloso, soprattutto quando viene coinvolto in situazioni incomprensibili. Infatti è trascinato in uno strano delitto, con la sua cliente uccisa a Ceva. Ceva è il luogo dei loro incontri fortuiti, perché:
“è un posto facilmente raggiungibile, c’è un’uscita dall’autostrada ed è un posto discreto, soprattutto dove non si sognerebbero mai di venirmi a cercare.”.
Andrea è in guai seri, fugge via sconvolto e ferito, senza neppure sapere come sono davvero accaduti i fatti. Chiede aiuto a Marietta, che non può far nulla se non domandare l’intervento di Rudy Ferrero, un’investigatore privato,
“un’ex carabiniere.Ho fatto servizio in Italia per una decina di anni e poi ho partecipato anche ad un paio di missioni all’estero. Dopo di che mi sono rotto di stare nell’arma. (…) Non mi occupo di infedeltà, problemi matrimoniali e troiate di questo genere. Mi piace lavorare su questioni più spesse perché ho la competenza e gli strumenti per farlo .”
Così tramite il suo operato provetto vengono alla luce misteri insondabili e terribili.
Il libro è un thriller avvincente, che tratta, con arguzia e precisione, temi molto attuali: quali la ludopatia, la dipendenza dai videogiochi e dal gioco d’azzardo, dai film porno, per approdare alla violenza sulle donne. Non può che scaturirne un romanzo ad incastro perfetto che cattura il lettore con ritmo vivace e brioso. E’ un libro sicuramente “sensuale”, poiché laddove esiste il fascino e la seduzione, là c’è intrigo ed inganno, torbido ed impurità. Ecco spiegato, in breve, anche il titolo stesso del romanzo.
In conclusione un libro giallo classico, dall’infinita malia affabulatrice ed incantatrice, lusinga per qualunque lettore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama i gialli classici.
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri