Il Paese che amo Il Paese che amo

Il Paese che amo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Dai fasti della Milano da Bere degli anni 80 allo scandalo Tangentopoli, il ritratto spietato e crudele di un Paese senza eroi. Dopo Confine di Stato e Settanta, il terzo e conclusivo volume della Trilogia sporca dell’Italia. Sul palcoscenico d'un Italia corrotta e malandata sventola un tricolore fatto a pezzi, mentre i protagonisti lottano all'ultimo sangue tra le ultime propaggini della Guerra Fredda e l'alba del mondo nuovo. Sullo sfondo, gli anni rampanti dello yuppismo e del malaffare di Stato, delle bombe di mafia e delle mazzette: un Paese sull'orlo del precipizio, con le mani imbrattate di sangue e le tasche piene di soldi sporchi. L'Italia, il Paese che amo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il Paese che amo 2015-03-03 14:54:43 Dartagnan
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Dartagnan Opinione inserita da Dartagnan    03 Marzo, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

The country I love

Peccato che Simone Sarasso non abbia il seguito che merita. "Il Paese che amo" è la degna conclusione della sua trilogia sporca dell'Italia. Dopo "Confine di Stato" e "Settanta", ecco tornare Andrea Sterling, l'Uomo Nero, un po' agente segreto, un po' mafioso, comunque assassino.
Sarasso racconta la controstoria dell'Italia dal dopoguerra a Tangentopoli, soffermandosi stavolta sugli anni Ottanta, affondando gli artigli in quella verità scomoda troppo spesso tacciata di complottismo. Nonostante i nomi dei personaggi siano inventati, sono chiari i riferimenti storici. Achille Lauro, Giovanni Paolo II, omicidi di mafia sono solo alcuni degli elementi che dominano la narrazione.
Lo stile è sempre ellroyano, come ci si aspetta da Sarasso, sebbene stavolta la potenza delle parole arrivi un po' attenuata. Viva, invece, l'influenza del primo, brillantissimo Biondillo.
Memorabili le metafore.
Un bellissimo romanzo, forse un po' troppo di nicchia, ma se fosse mainstream probabilmente perderebbe la sua efficacia. Da gustare con calma.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I grandi autori americani
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Spin
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Later
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Sangue inquieto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli aerostati
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima estate
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Rosa elettrica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Io e Mr Wilder
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri