La cacciatrice di teste La cacciatrice di teste

La cacciatrice di teste

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La morte non fa sconti a nessuno. Forse è per questo che anche un uomo arido come Settimo Ranieri sente il bisogno di alleggerirsi l’anima prima che lo trascini a fondo per l’eternità. La statua in bronzo che giace, priva della testa, nella sua cantina fu pescata quarant’anni prima nelle acque di Ventotene. Ora è arrivato il momento di restituirla al legittimo proprietario: lo Stato italiano. È a suo figlio Ludovico che affida questo compito, ma un tesoro di quella entità può risvegliare appetiti poco leciti. Un anno dopo, a Camogli, il mare restituisce un’altra sagoma fredda e rigida: il cadavere di Marietto Risso, pescatore anarchico. L’ipotesi del suicidio non convince il commissario Marco Luciani. L’indagine lo porterà a Ventotene, a una storia vecchia di quarant’anni che, come Marietto, chiede ancora giustizia.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La cacciatrice di teste 2010-12-04 20:03:04 Cristina V
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Cristina V Opinione inserita da Cristina V    04 Dicembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

molto buono!

Ho terminato ieri di leggere questo terzo romanzo di Claudio Paglieri, con il commissario Luciani, sempre più anoressico, sempre più tormentato...
Nonostante io abbia sempre nutrito una forma di sgomento verso gli anoressici- pur comprendendo i problemi a monte...- devo ammettere che questo personaggio mi ha conquistata.
Che volete, se non sono travagliati, i commissari, o poliziotti, o avvocati...non mi dicono niente!

La storia è abbastanza complessa,ma intrigante .
Tutto ruota intorno alla statua bellissima ,e di inestimabile valore, della Themis,attribuita forse a Lisippo... che fa gola a troppe persone, dopo il suo ritrovamento!

La vicenda è ricca di risvolti a sorpresa e tiene desta l'attenzione dal primo all'ultimo momento.
Io ho dovuto subito faticare a raccapezzarmi tra i molti flash back; un saltare continuo dal presente al passato- con capitoli brevi...
L'autore dice di essersi ispirato alla modalità dei telefilms più in voga, tipo Lost...che hanno un flash back continuo.

La storia narrata si svolge fra Genova, Camogli ed una suggestiva isola di Ventotene. Qui si trova il carcere di Santo Stefano, che tanta parte avrà nella vicenda.

Una particolarità a cui vorrei fare cenno sono alcune scene di sesso , piuttosto esplicite.
Qualcuno ha sostenuto che non sia necessario leggere dettagli così...accurati , sull'argomento; io personalmente non ne sono stata infastidita, ma consiglio ai ...palati delicati di prepararsi a qualche pagina un pò ...forte!

Ultimo, ma non come importanza: la storia ha un finale NON a sorpresa ( nei gialli è normale...) ma a sorpresissima! nel senso che le sorprese sono DUE! e lasciano veramente spiazzati.

Pur essendo secondo me lievemente inferiore come qualità al precedente Domenica nera, io lo consiglio caldamente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
81
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri