La donna nella pioggia La donna nella pioggia

La donna nella pioggia

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Pensavo di conoscere il posto di ogni cosa, il nome di ogni strada, la mappa della mia vita. Invece. Stella Romano non saprebbe dire quando le ore che compongono le sue giornate abbiano cominciato a scomparire. In una quotidianità senza imprevisti, scandita dalle attività ripetitive e confortanti delle figlie, dai viaggi di lavoro del marito, dai piccoli gesti di una vita agiata in cui continua a sentirsi un'estranea, a Stella mancano dei momenti; ore intere di cui non ha alcun ricordo, in cui compie azioni che poi si smarriscono nelle profondità della mente, in cui diventa un'altra persona. Un giorno, anche il vaso di sua madre - unico legame con la donna scomparsa quando lei aveva tre anni - va in mille pezzi: è il segno tangibile che qualcosa non va, davvero, e Stella non può più fingere indifferenza di fronte a ciò che sta accadendo. Deve andare fino in fondo, riaprendo pagine dolorose della sua vita. Scavando in un passato di cui pochissimi sono i testimoni - la madre è morta in un incidente e il padre si è tolto la vita in manicomio -, Stella si rende conto di aver vissuto sepolta nelle bugie di chi avrebbe dovuto amarla e di aver costruito la sua identità di donna su un'infanzia fasulla. Anche il marito sembra stare dalla parte di chi non vuole che lei arrivi alla verità, a una vita nuova, lontana dai dolori e dai drammi del passato. E Stella capisce che chi ha rubato i suoi ricordi è pericoloso, nel passato come nel presente.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La donna nella pioggia 2017-10-24 06:48:47 ornella donna
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    24 Ottobre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

un passato ombroso e menzognero

Marina Visentin, giornalista, traduttrice, una laurea in filosofia, vive e lavora a Milano. Dopo la fiaba noir Biancaneve, approda ora in libreria con il suo primo thriller psicologico: La donna nella pioggia.
Ed è una pioggia costante quella che ammorba Milano e l’esistenza di Stella Romano, trentanove anni, illustratrice, madre di due bambine: Sofia ed Alice, moglie di Mattia, marito che le assicura una vita agiata. Una esistenza quotidiana serena e tranquilla, quella per cui:
“pensavo di conoscere il posto di ogni cosa, il nome di ogni strada, la mappa della mia vita. Invece.”.
Invece qualcosa va in frantumi e nulla è più come prima, nulla è quello che sembra. Scopre con sgomento che alcuni momenti delle sue giornate paiono sparire, improvvisi vuoti di memoria, momenti di completo smarrimento, attacchi di panico. Infatti:
“Succedeva all’improvviso, ed era completamente fuori dal mio controllo. Senza preavviso, il paesaggio intorno a me cambiava aspetto. Le linee rette si incurvavano, le curve diventavano spirali mentre gli angoli esplodevano, la geometria del mondo si disintegrava e a me mancava il fiato. Tutto di un tratto. Non vedevo più nulla, non sentivo più niente. Gli altri non c’erano più. Le voci arrivavano da lontano, saliva la nebbia. Infine calava il buio.”
Ad un certo punto tutto sembra crollare: per primo il suo matrimonio. Scopre che Mattia la tradisce con Rossana, la sua datrice di lavoro e la sua più cara amica. Proprio lui così perfetto, che non c’è mai. E poi un giorno un quadro cade, improvvisamente, rompendo il vaso azzurro, l’unico ricordo di sua madre. E’ un segnale: la sua vita va in pezzi. Così Stella non può che acquisire consapevolezza e ottenere verità. Ma quali?
“macerie ovunque. (…) Avrei dovuto accontentarmi. (…) Tenermi i miei dubbi, i falsi ricordi, le quasi verità”.
Si accorge che la sua vita è costruita sulla menzogna, su di una enorme menzogna. Tutti le mentono. Da sempre. A partire dalla morte di sua madre, prima in un incidente poi bruciata, chissà…; per giungere al suo vero padre naturale, che si è suicidato o è morto in manicomio, ma chi era in realtà? Chi la ama, come il suo vero padre che l’ha cresciuta, nel tentativo di proteggerla, le ha sempre mentito e rinchiusa in una infanzia che non c’è stata. A Stella non rimane che scandagliare le tracce tenui di un lontano passato, scovare i pochi e riluttanti testimoni che o non sanno o hanno poca voglia di parlare. E’ un vaso di Pandora che rompe con la routine quotidiana per scandagliare una esistenza, dove nulla è certo. E’ solo angoscia, angoscia dopo angoscia. Così “la donna nella pioggia” compie un lungo, lunghissimo viaggio, sia fisico che mentale, alla ricerca della verità di un passato ingombrante e doloroso, irto di ostacoli, legato a tematiche importanti che hanno segnato amaramente la vita e la storia d’Italia, quali il terrorismo, la politica degli anni ’70. E quella che scoprirà alla fine sarà proprio la verità o qualcosa da tenere opportunamente celato?
La donna nella pioggia è un giallo psicologico, intimistico, ad altissima tensione emotiva. Scritto con una prosa ricercata, precisa ed attenta, è una bella storia che intriga ed affascina. Il personaggio di Stella è ben caratterizzato, i suoi malesseri sono descritti con perizia, così come lo sono i suoi stati d’animo e i suoi attacchi di panico. Si trasmetto con telepatia al lettore attento. Un giallo introspettivo e colto, attento al dettaglio e ad ogni possibile sfumatura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama i gialli introspettivi.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri