La volontà di Dio La volontà di Dio

La volontà di Dio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Il commissario capo Tommaso Migliori non ha molta voglia di stare a discutere. Anche la sorveglianza a un semplice convegno può nascondere molte insidie. E infatti, il confronto tra autorevoli rappresentanti delle grandi religioni monoteiste – cattolica, ebraica e islamica – , si trasforma nella miccia che innesca una pericolosa reazione a catena. Di fronte a un clima acceso, Migliori fa del suo meglio per prevenire derive pericolose, ma non ha vita facile. A maggior ragione quando viene rinvenuto il cadavere di un ricco imprenditore, ucciso nella sua villa con un crocifisso conficcato nel petto. Ora al commissario restano pochi giorni per cercare di rimettere ordine, prima che Bologna esploda sotto il peso di troppe lacerazioni.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La volontà di Dio 2014-12-07 10:39:10 Christy Unbuonlibro
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Christy Unbuonlibro Opinione inserita da Christy Unbuonlibro    07 Dicembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non il meglio

La volontà di Dio è un noir italiano che mette insieme teologia e politica, arrivando ad un risultato più che ottimo. Marco Bettini è riuscito perfettamente ad accostare questi due argomenti, rendendo la lettura molto accattivante.

L'intera storia è ambientata nella città di Bologna, dove si terrà un convegno multi religioso, un confronto fra i rappresentanti delle religioni monoteiste, ma sembra quasi impossibile far convivere insieme diverse religioni. Intorno ad esso ruotano i vari personaggi: poliziotti, politici, religiosi. Ma un semplice congresso può trasformarsi in un vero disastro per la città? Oltre al convegno fatti essenziali sono vari “eventi”: incendi, ribellioni, ma soprattutto un delitto davvero strano: un uomo viene pugnalato al cuore con un crocifisso. Ma spesso questo delitto, sembra quasi essere dimenticato, infatti non se ne parla abbastanza, secondo me.
Il libro narra dei giorni che precedono il convegno, analizzando i vari punti di vista dei vari personaggi. Infatti, abbiamo una moltitudine di personaggi, di cui alcuni li conosceremo molto bene, altri soltanto superficialmente ai fini del racconto, ma il principale protagonista è un poliziotto: Tommaso Migliori, che si sente preso in giro dal capo e sottovalutato. I capitoli si alternano raccontando le avventure dei vari protagonisti.

Altro personaggio interessante è un vecchio poliziotto che viene affiancato a Migliori, il quale inizialmente viene presentato come un poliziotto incapace e davvero antipatico, ma avanzando con la lettura si scoprirà che in realtà è un brav'uomo, con degli ideali e presto i due diventeranno grandi amici.


Nel libro non mancano colpi di scena, ma il finale è imprevedibile e ci sono rimasta davvero male.
Marco Bettini ha un modo di scrivere molto descrittivo e ben curato, la storia non risulta mai banale. L'unica pecca sono le descrizioni politiche e religiosi, che ho trovato troppo lunghe, e che distolgono l'attenzione dalla storia principale e, a volte, la lettura mi è sembrata pesante, proprio a causa di queste descrizioni.
Consiglio questo libro solo agli amanti del genere, se no potrebbe non piacervi e rendervi la lettura molto lenta.

Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

La volontà di Dio 2013-11-11 18:41:34 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    11 Novembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

As salam alayakum

“La fede agisce su zone del cervello per le quali la realtà non ha alcuna importanza.”

Il titolo è indicativo del contenuto del libro, che non è un saggio religioso, ma un noir scritto con stile e competenza. La volontà di Dio di Marco Bettini è un romanzo molto particolare, che affronta tematiche difficili e che, se non trattate nel giusto modo, rischiano di risultare pesanti o noiose, ma non è questo il caso. Il mistero da risolvere, l’omicidio di un uomo molto ricco e in vista di Bologna, infatti, va ad intrecciarsi con argomenti ostici, come la teologia o la politica, che non solo fanno da sfondo, ma anzi sembrano farne parte essendo cause ed effetti. Un lungo convegno su tematiche religiose, che richiama grandi esperti nella città di Bologna, moderna ed aperta al dialogo interreligioso e interculturale, è l’avvio di un’indagine che si sviluppa su più fronti e con cui deve fare i conti il commissario capo Tommaso Migliori, un personaggio con il quale l’empatia è istantanea. Il convegno, oltre ad essere un insidioso evento religioso, è anche un’occasione per molti uomini politici per farsi notare, qualsiasi sia l’obiettivo che ci si prefiggono. In politica, come nell’intima professione di fede o come nel crimine, capire chi sta da una parte e chi dall’altra è sempre complicato e le ambiguità sono all’ordine del giorno. Infatti, oltre al fervore per il dibattito religioso, per i comportamenti e le aspettative dei politici, a Bologna, come potrebbe accadere in qualsiasi altra città del mondo, ci si ritrova a fare i conti con chi, nel momento di rilasciare la sua testimonianza, per un caso o per l’altro, è portato a mentire o a celare qualcosa. Compito di chi indaga, è non lasciarsi ingannare dalle menzogne e controllare sempre tutto, mantenendo la mente perfettamente lucida. Migliori lo sa, ma, a volte, per lui, rimanere concentrato e professionale, può essere quasi impossibile, per via della sua incontrovertibile natura umana. Mentre c’è chi tenta di estirpare il cristianesimo, Migliori combatte instancabilmente per chiarire le dinamiche di eventi che potrebbero travolgerlo e schiacciarlo.
Un bel romanzo, che prende l’avvio da tematiche religiose, per spiegare le debolezze del singolo individuo e della sua natura umana.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
La legge del sognatore
Valutazione Utenti
 
3.3 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri