Per nessun motivo Per nessun motivo

Per nessun motivo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Che cosa può accadere nella vita di un uomo se una verità sconosciuta del passato irrompe all’improvviso nel suo presente sconvolgendone l’equilibrio? È quello che succede ad Antonio Bastogi, ricco industriale, che dopo essersi fatto assorbire per anni dal lavoro si è ritirato sulle colline del Chianti per dedicarsi alle proprie passioni. E a un tratto sarà costretto a scoprire che il passato non è uno scenario immobile, ma è invece dinamico, può trasformarsi in un secondo, mettendo in discussione la memoria di un’intera esistenza. In queste occasioni, per avanzare nel futuro con una nuova consapevolezza, è necessario un grande coraggio. A strappare Antonio dall’apparente quiete delle colline toscane sarà una notizia inimmaginabile, che lo porterà fino a Parigi dove un doloroso viaggio introspettivo lo costringerà a fare i conti con il proprio vissuto e con se stesso.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Per nessun motivo 2019-04-09 09:16:53 Mian88
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    09 Aprile, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Equivocamente

Guanda ripropone in libreria “Per nessun motivo” commedia degli equivoci a firma Marco Vichi classe 2008, al tempo, Rizzoli. Tutto ha inizio con una lettera tenuta nascosta per gelosia da Loredana, la moglie di Antonio, venticinque anni prima. In quest’ultima, Christine, ex fidanzata parigina dell’uomo, confessa di esser rimasta incinta di una bellissima bambina di cui lui è il padre. Preso da mille riflessioni e considerazioni, l’industriale lascia le colline del Chianti in cui ha vissuto con la coniuge da cui ha avuto altri due figli maschi ad oggi alle redini della sua attività, per recarsi in Francia alla ricerca di questa ormai giovane donna che porta il suo sangue. Tuttavia, giunto a Parigi, egli scopre che l’ex fidanzata è venuta a mancare tre anni prima in un incidente; che fare dunque se non cercare quella figlia per tentare di instaurarvi un rapporto? Finalmente, dopo tante titubanze e incertezze, non solo individua Coco, Corinne, ma riesce anche ad intesservi un legame. Che fare, mi ripeto, però quando quella frequentazione porta a galla un differente e impensabile tipo di attrazione?
Ma attenzione! Perché se pensate che gli equivoci finiscano qui, bè vi sbagliate perché a questi primi due se ne sommano molti altri che porteranno ad un finale inatteso che sarà capace di sorprendervi. Il tutto con atmosfere ben delineate, la città dell’amore e con molte riflessioni insite. Antonio sarà chiamato a rimettersi in gioco, a far fronte a emozioni nuove e a talaltre dimenticate, a far fronte a quel senso di colpa per una paternità sfumata non per sua volontà, ad immaginare tante vite possibili che avrebbero potuto essere la sua ma che non lo sono, a un amore della tarda età che non sa spiegarsi e che lo porta a rimettere in dubbio tutta quella che sino ad ora è stata la sua esistenza, sino, appunto, a quell’epilogo chiara impronta di uno scrittore di gialli quale Vichi è.
Il risultato è una piacevole commedia erotico-dramma sentimentale dove assaporiamo un autore capace di cambiare il proprio registro a seconda delle vicende narrate, che ha voglia di dare, di mettersi alla prova e di meravigliare il suo lettore. Un elaborato che lascia storditi alla sua conclusione ma che è senza dubbio una buona prova e una piacevole scoperta.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La gabbia dorata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le cose che bruciano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il macellaio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Almarina
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La paziente silenziosa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La fine della fine della terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Semplicemente perfetto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Km 123
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Sangue e limonata. Hap e Leonard
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Il gioco degli dèi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il filo infinito. Viaggio alle radici d'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Guardando il sole
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri