Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Un buon posto per morire
 

Un buon posto per morire Un buon posto per morire

Un buon posto per morire

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Un buon posto per morire, romanzo di Davide Boosta Dileo e Tullio Avoledo edito da Einaudi. Alzando gli occhi al cielo non si vede, eppure è lí. Il Sole Nero. Il Distruttore. Fra trenta giorni se ne accorgeranno tutti, ma allora sarà troppo tardi. Pochissimi sanno cosa sta per accadere: politici, industriali e finanzieri, vertici religiosi e militari. Ogni gruppo di iniziati al segreto trama ai danni degli altri, con un proprio obiettivo... Ma esiste una speranza. Secoli fa qualcuno ha creato uno strumento per opporsi a questa diabolica cospirazione. Un Gioco di codici ed enigmi pensato per addestrare in segreto i Salvatori dell'Umanità, adeguandolo alle tecnologie delle diverse epoche. Tocca a due estranei, Leo e Claire, un uomo e una donna feriti e disperati, e ignari del pericolo, raccogliere la sfida. E cercare di fermare il conto alla rovescia verso il Giorno del Giudizio, costi quel che costi. Alleandosi anche con il diavolo. Perché il mondo, dopotutto, è un buon posto per vivere. Leo e Claire si conoscono al funerale dei loro figli. E subito devono scoprire che ogni incubo, ogni allucinazione è nulla di fronte alla realtà. Ma nelle loro mani, e di pochi altri compagni di fuga, da un continente all'altro fino all'Antartide, tra nemici che ereditano conflitti forse piú antichi della Terra, c'è la chiave della salvezza. E della più sconvolgente lotta contro il tempo mai immaginata in un romanzo.

Davide Boosta Dileo ama la musica e fonda i Subsonica, ama la saggistica e apre una casa editrice, ama la radio e ne scrive i programmi, ama la narrativa e scrive due romanzi. Incontra Tullio Avoledo e con lui scrive il terzo, Un buon posto per morire (Einaudi, 2011). È nato a Torino, dove vive. Ha due figlie. Tullio Avoledo è nato nel 1957 a Valvasone, in Friuli. Ha pubblicato tre romanzi per Sironi Editore: L'elenco telefonico di Atlantide (2003), che ha vinto il premio «Forte Village-Montblanc», Mare di Bering (2003), Lo stato dell'unione (2005). I primi due titoli sono disponibili nei Tascabili Einaudi. Presso Einaudi sono inoltre usciti i romanzi Tre sono le cose misteriose (2005, premio Super Grinzane Cavour 2006), Breve storia di lunghi tradimenti (2007 e 2008), La ragazza di Vajont (2008), L'anno dei dodici inverni (2009), Un buon posto per morire (2011). Per le Edizioni Ambiente ha scritto il romanzo breve L'ultimo giorno felice (2008), pubblicato nei Tascabili Einaudi nel 2011.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un buon posto per morire 2011-09-08 14:20:18 Fabio
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da Fabio    08 Settembre, 2011

Un libro orribile

Scritto male, impreciso, infarcito di errori e ripetizioni.
Le "erezioni" causate da inaudite violenze non si contano.
In circa 600 pagine di libro ricorre 3 (tre) volte la similitudine "pupilla verticale come quella dei felini".
Una partita a scacchi che, rimasti solo due pezzi sulla scacchiera, i due Re, si conclude dopo 20 minuti e 16 mosse con un matto in 3 mosse: se su una scacchiera restassero solo i due Re, sarebbe patta per definizione.
Un'altra partita a scacchi dove un Alfiere esegue uno spostamento impossibile (B2-D6????)
Due personaggi che si conoscono da appena mezzora...eppure uno dei due vede l'altro "nervoso come mai lo aveva visto prima".
Un tedesco nazista che si rivolge, in tedesco (così lascia intendere il testo), ad un altro nazista con un italianissimo "hai più culo che anima".
Due citazioni identiche, "scatenate l'inferno", da Il Gladiatore.
Ci sono gli estremi per chiedere un rimborso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
51
Segnala questa recensione ad un moderatore
Un buon posto per morire 2011-08-17 17:16:11 Bea87
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bea87 Opinione inserita da Bea87    17 Agosto, 2011
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Piacevolmente sorpresa

Piacevolmente sorpresa da un romanzo che ti coinvolge fin dalle prime pagine. Gli autori hanno utilizzato uno stile molto ironico, che rende divertenti anche le situazioni più estreme. Un buon libro di fantascienza che riscrive in modo inquietante tutta la storia dell’umanità, ricco di colpi di scena e di personaggi a cui è difficile non affezionarsi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
51
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Morte accidentale di un amministratore di condominio
Appuntamento mortale
Chiedi al portiere
La vita paga il sabato
La Svedese
Scripta manent
Un volo per Sara
Undici morti non bastano
Una stella senza luce
Il tessitore
Il gigante e la Madonnina
Terrarossa
Se son rose moriranno
Rancore
Racconti sull'innominabile
Una piccola questione di cuore