Zeitgeist Zeitgeist

Zeitgeist

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Zeitgeist, romanzo di Francesco Salvi edito da Rizzoli. Il protagonista di questo libro è un attore molto popolare. Mel Gibson sta per girare il kolossal The Passion in Italia e quando vede una sua foto, folgorato dall’espressione massiccia e dalla mascella squadrata, lo sceglie per il ruolo del centurione romano che incalza Gesù Cristo sulla Via Crucis. Una grande occasione per rilanciare una carriera che sta segnando il passo. Ma il suo sogno più vivo è una donna ungherese dallo strano nome di Enikö, campionessa di pattinaggio con occhi chiarissimi e un corpo da favola. Ogni volta che le chiede di impegnarsi lei risponde “vera amicizia è più difficile che amore”. È solo nella speranza di incontrarla e fare pace dopo l’ennesimo litigio, che accetta l’invito alla festa vip del teatro Sistina, consegnandosi ai paparazzi e alle trasmissioni di gossip estremo. Ma al party lei non si presenta; c’è invece il regista Ed Tremamondo, che tutti credono a Budapest per lavoro. È totalmente inaffidabile ma facendo leva sull’amicizia di vecchia data lo convince a partire, lontano da Enikö e da Mel Gibson, per le riprese di un film che non decollerà mai. Non sa di essere caduto nella trappola invisibile di due vecchi consumati dall’odio reciproco: un sedicente conte con un diabolico passato da SS e un ex agente della CIA in cerca di vendetta, che lo costringeranno a condividere ogni genere di orrore. Il protagonista di questo libro è Francesco Salvi, che in un colpo solo reinventa se stesso e i canoni del thriller, intrecciando la descrizione del mondo dello spettacolo, con le sue regole da Paese dei Balocchi, a uno sconvolgente viaggio nell’odio e nella Storia del Novecento.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (3)
Contenuto 
 
3.7  (3)
Piacevolezza 
 
2.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Zeitgeist 2010-06-29 16:11:20 sunnybird
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da sunnybird    29 Giugno, 2010

interessante ma confuso

Ho iniziato a leggerlo perchè incuriosita dal fatto che Francesco Salvi avesse scritto un thriller. Ho gradito inizialmente lo stile di scrittura, ironico e sottile, un po' come i suoi sketch. Ma con il dipanarsi della storia l'ho trovato pesante da leggere. La storia aveva un potenziale, ma il saltare di palo in frasca non ha giovato alla narrazione che, tranne alcuni punti, ho trovato difficile da seguire. Ho faticato ad arrivare alla conclusione. Il finale, poi, l'ho trovato confuso e ho dovuto rileggere alcuni passi per capire chi era chi. Ho comunque rivalutato il personaggio "Francesco Salvi" che ho amato come comico e che ritrovo qui come scrittore con ottime possibilità, se sfrondasse un po' il linguaggio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore

Zeitgeist 2009-12-11 10:05:58 Adriano
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Adriano    11 Dicembre, 2009

CONFUSO

Un libro veramente incredibile... Continui salti temporali, cambi di scena,confusione tra realtà e sogno, dialoghi confusi e spesso demenziali... Spesso al termine di una pagina dovevo rileggerla perchè mi rendevo conto di non aver capito dov'ero, chi parlava, di cosa parlava... La trama scompare sommersa da un fiume di parole spesso farneticanti, da decrizioni lunghissime, da introspezioni filosofiche chilometriche. Il finale poi è allucinante, sbrigativo e confuso: si capisce poco o niente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Zeitgeist 2009-08-08 19:19:14 nina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da nina    08 Agosto, 2009

zeitgeist

...libro fantastico... ironico e godibilissimo... dialoghi imperdibili

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi ama i thriller ma anche un certo stile di scrittura e dialoghi...
Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri