Narrativa italiana Romanzi Il movimento è fermo
 

Il movimento è fermo Il movimento è fermo

Il movimento è fermo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Bologna 2016. Zeno e Genio sono amici da sempre. Alla soglia dei 30 anni, il primo è disoccupato e scrive reportage online, l'altro gestisce col padre una ditta di noleggio autobus. Non immaginano che presto la loro vita cambierà e che, insieme alla bella Eleonora, saranno al cuore delle lotte contro un folle progetto chiamato HMD, human memory disk, che raccoglie i dati sensibili degli utenti di internet. A svilupparlo, in Svizzera, sono il Dottore e il Generale, una coppia di scienziati comica e grottesca. Un gruppo di contestatori parte sul bus di Genio per una manifestazione di protesta, c'è chi tradirà la causa, nuove passioni scoppieranno, c'è chi la farà franca e chi, invece, coronerà i propri sogni. Una storia ironica e sfrenata che parla d'amicizia, lotte e sogni, in cui l'amore, alla fine, è l'unica vera rivincita.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il movimento è fermo 2016-07-17 22:34:22 Francesco.3.96
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Francesco.3.96 Opinione inserita da Francesco.3.96    18 Luglio, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rivoluzione e Passione

Questo titolo ci va a presentare Lo Stato Sociale sotto una nuova veste, quella degli scrittori. Questi ragazzi infatti, per chi non lo sapesse, sono una giovane band italiana.
Per prima cosa devo dire che questo libro l'ho atteso per parecchio tempo, per via del fatto che ho sempre apprezzato particolarmente i testi delle loro canzoni (tanto per dire però non mi piace il loro modo di cantare e suonare).
Per quanto riguarda la lettura di questo libro, l'ho portata a termine nel giro di una giornata, vista la mole poco corposa e per la semplicità di lettura del tutto. Relativamente allo stile di scrittura, è abbastanza buono, rimanendo ovviamente in un livello facilmente leggibile da tutti, quindi corretto e semplice, variando anche leggermente in base al modo di pensare dei vari personaggi e alle situazioni.
Per la storia che ci viene raccontata, è una storia di rivoluzione, libertà e passione. Il tutto ben amalgamato e che viene messo in campo grazie ai diversi personaggi, ognuno con il proprio carattere ben strutturato e definito, e con le proprie idee.
L'intera vicenda va a scombussolare la monotona e ripetitiva vita in una Bologna "addormentata", che grazie alle idee di alcune persone si movimenta, per mettere in campo i propri ideali riguardo ad alcuni argomenti che scoprirete se deciderete di affrontare questa lettura. Il tutto condito con passioni e amori.
Infine che dire, la trama non mi ha convinto molto ma in fin dei conti ho trovato veramente piacevole questa lettura, probabilmente anche perché apprezzavo già il loro modo di scrivere i testi delle canzoni.
In conclusione insomma ci viene presentato il punto di vista di questi ragazzi, con il sogno di poter creare un mondo migliore, ma che sono consapevoli della situazione che li circonda e che porta le persone a doversi "adattare" molto spesso, ma allo stesso tempo bisogna cambiare in continuazione uscendo fuori dagli schemi pur tenendo conto del mondo che ci circonda, perché chi lo sa, magari grazie al caso può arrivare qualcuno che in un'istante può cambiarci la vita, portare nuovi problemi o rendendola migliore e nulla di tutto ciò è definitivo.
Termino qua la mia recensione dicendo che io ho apprezzato molto questo titolo, e lo consiglio a coloro che non cercano un libro impegnativo, ma che può regalarvi diverse ore piacevoli. Da non sottovalutare è in ogni caso il contenuto del libro, che pur essendo la loro prima opera, presenta diversi spunti interessanti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri