HHhH HHhH

HHhH

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La storia che viene qui raccontata è una storia nota. Apparentemente nota: l'attentato a Heydrich del 27 maggio 1942. In realtà, la sensazione è quella di leggerla per la prima volta, in tutta la sua trascinante forza narrativa e nella sua drammatica verità documentaria. Il primo protagonista della storia è Reynard Heydrich, il braccio destro di Himmler, l'ideatore, nel gennaio del 1942, della Soluzione finale, lo sterminio sistematico degli ebrei. Heydrich è il gerarca più spietato del Terzo Reich, il macellaio di Praga, la bestia bionda. L'uomo dall'infanzia problematica, segnata da due traumi: da una parte la voce stridula e l'aspetto effeminato che gli valsero l'appellativo di capra, e dall'altra il mistero di una presenza ebraica all'interno della propria famiglia. Ben presto il giovane Heydrich comincia a trasformarsi nell'incarnazione dell'uomo ariano, ammirato da Hitler per la ferocia e per l'efficacia delle sue azioni. In una rapida ascesa politica Heydrich arriva al vertice del Protettorato di Boemia e Moravia, dove si dedica allo sterminio degli ebrei e di tutti gli oppositori al regime. Ma da Londra, la città in cui il governo ceco è stato esiliato, parte contro di lui l'offensiva della Resistenza che culminerà nell'Operazione Antropoide, cuore del libro. I protagonisti indiscussi diventano allora due: i paracadutisti Jozef Gabcìk e Jan Kubis?, uno slovacco e l'altro ceco, ai quali viene affidato l'incarico dell'esecuzione. In un racconto trascinante, di grande forza visiva, si segue la vita dei due uomini dal reclutamento, all'addestramento, al viaggio a bordo di un Halifax, alla meticolosa preparazione dell'agguato di via Holesovice, quando faranno la loro comparsa altri personaggi, di cui uno sarà il traditore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
HHhH 2011-08-16 16:11:09 Flavio D.
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da Flavio D.    16 Agosto, 2011

Un libro che rispetta la Memoria

Ho appena finito di leggere il libro di Binet, ed essendo anche fresco di ricordi per essere di recente transitato a Praga, visitando anche la chiesa ortodossa di Cirillo e Metodio, mi sono completamente ritrovato nella storia, soprattutto nel drammatico epilogo e vi assicuro che visitare quella cripta mette i brividi. Onore a Kubis, Gabcik e ai commandos che uccisero il macellaio nazista!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
In genere libri di memoriaòlistica sulla seconda guerra mondiale. Consiglio ad esempio "Band of brothers" di S.Ambrose, gran libro!
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
HHhH 2011-07-07 16:25:32 Stefp
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Stefp Opinione inserita da Stefp    07 Luglio, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

HHhH

La ricostruzione storica dell'operazione Antropoide; l'attentato con cui fu eliminato a Praga il Protektor nazista della Boemia e Slovacchia, Reynard Heydrich, la “bestia bionda”, nel maggio 1942. L'attentato fu organizzato dal governo di Praga, in esilio a Londra, con la collaborazione dell'Inghilterra, tramite due paracadutisti: Jozef Gabcìk e Jan Kubis. Il testo ricostruisce l'ascesa al potere di Heydrich fino a divenire capo del Protettorato della Boemia e Moravia, annesse alla Germania Nazista, il terrore, le violenze, i massacri di oppositori ed ebrei, che gli valsero il soprannome di “macellaio di Praga”, fino alla sua meritata morte.
HHhH (Himmlers Hirn heißt Heydrich, ovvero Il cervello di Himmler si chiama Heydrich) non è un classico testo di storia, né un romanzo storico, ma è la ricostruzione, anche molto ben documentata, dei fatti, stesa però sotto forma di diario dell'autore. Laurent Binet parla in prima persona, commenta le pagine cha ha appena scritto, a volte anche correggendo quello che ha scritto in un capitolo, nel successivo, racconta di come e perché ha scoperto certi particolari, parla della sua fidanzata, riesce addirittra a far dello spirito, magari alternandolo a pesanti insulti verso politici collaborazionisti dell'epoca. Una stesura quindi originale, ma che non possiede né il rigore e il distacco del testo di storia né dà il coinvolgimento e il pathos del romanzo. La storia della Seconda Guerra Mondiale e quella della Germania nazista mi interessano sempre e quindi sono contento di aver letto questo libro abbastanza esaustivo su un episodio che non conoscevo, ma la forma non mi è proprio piaciuta.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle luci
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non aprite quella morta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Oblio e perdono
Belle Greene
La maschera di marmo
Io, Monna Lisa
Il gran mondo
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù