Il liberatore Il liberatore

Il liberatore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di "Il liberatore. Un'odissea lunga 500 giorni dalle spiagge della Sicilia ai cancelli di Dachau", romanzo di Alex Kershaw edito da Piemme. Cinquecento giorni. Tanto è durata, una battaglia dopo l’altra, la sanguinosa e drammatica marcia per la vittoria del capitano Felix Sparks e del suo battaglione, dallo sbarco in Sicilia del luglio 1943, attraverso l’Italia, fino a Dachau. Racconta tutto, il giovane Felix: l’infermiere coraggioso che non rinuncia a salvare un ferito e viene abbattuto anche con la croce rossa al braccio, il soldato sotto shock che precipita nella follia, il veterano stremato che comunque stringe i denti e va avanti... L’aria risuona dei colpi di fucile, del tuono delle cannonate, del bombardamento intensivo dell’artiglieria. Fino a raggiungere un luogo chiamato Dachau, per la scoperta dell’orrore ultimo: i carri merci carichi di cadaveri scheletrici che gli aguzzini non hanno fatto in tempo a bruciare nei forni, il fetore di morte che emana dai corpi. Immagini che fanno perdere la testa. A un soffio dalla vittoria, Sparks si troverà alle prese con la prova decisiva per la sua umanità: riuscirà a resistere all’urgenza di vendicarsi di tanta inaudita sofferenza sugli uomini che l’hanno causata?

Nato a York, in Inghilterra, Alex Kershaw oggi vive in America. Laureato a Oxford, ha lavorato per le principali testate inglesi, The Guardian, The Independent, The Sunday Times. È autore di documentari insigniti di vari premi. I suoi libri sono stati tradotti con successo in molte lingue. Il liberatore è l’eccezionale racconto di una storia vera, da un maestro del genere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il liberatore 2013-08-28 17:18:40 Gondes
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Gondes Opinione inserita da Gondes    28 Agosto, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

GRAZIE AMERICANI!

Conoscevo già quest’autore e non ho avuto nessun dubbio ad acquistare anche questo suo nuovo lavoro. La sua particolarità è quella di scrivere romanzi-documentario, che trattano avvenimenti che hanno segnato la seconda guerra mondiale. Per far questo si avvale di una meticolosa ricerca di testimonianze dirette e di documenti dell’epoca, per poi romanzarli ed ottenere un interessante finestra sugli avvenimenti storici, senza però darne mai una propria interpretazione di carattere nazionalista o politico.

“Il Libertatore” è l’incredibile e vera storia di un ragazzo americano di nome Felix Sparks. Arruolatosi quasi per mancanza di alternativa, nel famoso corpo dei “Thunderbird”. Riesce in poco tempo, grazie alle sua abilità e competenze sul campo, a diventare tenente colonnello. La sue promozioni viaggiano di pari passo con la difficile avanzata delle forze alleate in Europa. Già a partire dal suo “battesimo del fuoco”, avvenuto con lo sbarco sulle coste della Sicilia, capisce che la vita per lui sarà un’ incubo. Giorno dopo giorno vedrà morire a pochi centimetri da a lui i propri compagni, chiedendosi spesso per quale motivo il destino non avesse scelto lui. Il ricordo della moglie e la voglia di vedere il figlio, che la moglie aveva in grembo al momento della sua partenza per l’Europa, saranno le uniche cose che lo terranno in vita e gli daranno la forza di continuare. Il resoconto delle giornate di guerra rendono questo libro un vero diario di guerra, capace di fare provare sensazioni molto forti e nello stesso tempo rivalutare il sacrificio di decine di migliaia di ragazzi americani che hanno perso la vita per la nostra libertà.
Anche dopo la sanguinosa liberazione dell’Italia, con la difficile battaglia di Anzio, le forze americane e quindi il protagonista Feliz Sparks, hanno dovuto purtroppo proseguire nella loro avanzata verso la Germania nazista.

Particolarmente toccante il racconto dell’arrivo dei primi militari americani al campo di concentramento di Dachau.
Nessun soldato, pur avendo combattuto un guerra dura e spietata, era preparato alla visione di una situazione del genere. Lo stesso Felix Sparks non sapeva esattamente cosa fosse un campo di concentramento e racconta in modo vero le propria sensazioni nel vedere tale orrore. Il libro termina finalmente con la caduta del regime nazista e con il suicidio di Hitler, ma nei militari americani non c’è solo gioia per essere sopravvissuti, ma anche tanta tristezza per aver vissuto mesi o anni di morte ed odio.

Il destino così benevolo durante la guerra per Felix Sparks, gli ha però riservato un brutto episodio negli ultimi anni della sua vita, accanendosi contro la sua famiglia. Morì per malattia nel 2012, in età avanzata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La regina d'oro
Il botanico inglese
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù
L'infermiera di Hitler
La saga di Vigdis
Partenza in gruppo
Il disertore
L'arte dell'henné a Jaipur
Il libro dei bambini
L'alba del mondo