L'ultima stazione L'ultima stazione

L'ultima stazione

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di L'ultima stazione, romanzo di Jay Parini edito da Bompiani. 1910. Tolstoj è ormai circondato da tanti discepoli, oggetto di una vera e propria adorazione, assistito da sempre da sua moglie Sofja, dal suo medico, il suo segretario, la figlia Sasha. Pur avvolto da questa rete di presenze, la sua vecchiaia non è serena: avverte infatti intorno a lui i primi conflitti per il futuro del suo patrimonio e crescono le pressioni per controllare il suo testamento. Chi sarà l’erede del suo patrimonio? La moglie, che ne farà fonte di arricchimento familiare o, come vogliono i suoi discepoli, l’umanità intera, per diffondere l’eredità dell’amato maestro? Sentendosi privato della sua libertà, Tolstoj. non trovando altre soluzioni, per liberarsi da tutti, sceglie un gesto estremo: la fuga. Ma anche così non troverà pace né eviterà i conflitti; arriverà solo all’ultima stazione. Attraverso la voce della figlia di Tolstoj, Parini ci restituisce la personalità e i pensieri di uno scrittore che si trova tra la vita e la morte ma che, nonostante tutto, si lascia guidare sempre dalla sua libertà.

Jay Parini, romanziere e poeta, è nato nel 1948 in Pennsylvania. Attualmente è docente di lingua inglese al Middlebury College nel Vermont. Ha scritto sei romanzi e fra questi: Benjamin’s Crossing, The Apprentice Lover; fra le sue opere di poesia The art of subtraction: new and selected poems. Oltre alle biografie di John Steinbeck, Robert Frost, e William Faulkner, è autore di un volume che raccoglie i suoi saggi su temi letterari e politici e di The Art of Teaching. Ha curato The Oxford Enciclopedia of American Literature ed è un collaboratore regolare del “Guardian” e di altri giornali. Dal 2005 è l’agente letterario esecutivo di Gore Vidal.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultima stazione 2014-01-09 12:27:58 LolloP
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
LolloP Opinione inserita da LolloP    09 Gennaio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un piacevole racconto su un grande uomo

Non sono un esperto di letteratura russa, ho letto alcuni romanzi di Bulgakov, che ho enormemente apprezzato, e ho studiato come molti le grandi opere di Dostoevskij e Tolstoj durante gli anni al liceo.
Quando questo romanzo , L'ultima Stazione, mi è stato regalato, sono rimasto un poco perplesso.
Per poter leggere un racconto dedicato agli ultimi anni di vita del celebre Tolstoj non sarebbe stato forse più opportuno conoscere prima Guerra e Pace?
Nonostante questo, incuriosito dalla trama ma soprattutto dal titolo, decisamente accattivante, ho deciso di avventurarmi nelle lande gelide della Russia per fare conoscenza del celebre romanziere, ormai alle soglie della morte, e della sua nutrita famiglia.
Parini apre delicatamente le porte dell'intimità familiare e del focolare di Tolstoj.
Una attenta ricostruzione storica, coniugata con una ottima caratterizzazione psicologica dei personaggi che popolano le pagine del racconto hanno l'effetto di rendere molto vivide le contraddizioni di un uomo reso celebre dalla scrittura.
Tolstoj è giunto ormai alla fine di un percorso ricco, di una vita lunga e piena, ma, proprio ora all'ultima stazione, si materializzano i demoni della fama, delle gravose responsabilità verso sè, verso la propria famiglia ed il proprio pubblico. Non è facile quando si è ormai deboli e anziani continuare a lottare, tentare di conservare e preservare gli affetti da rancori, invidie e gelosie.
Tolstoj vorrebbe ormai la pace, la pace che ha fatto da vessillo al suo più celebre romanzo, ma ora più che mai per averla è ancora necessario affrontare la vita.
L'ultima Stazione è di certo un romanzo suggestivo, introspettivo e delicato, scorre con una certa facilità.
Chiunque sia alla ricerca di una lettura non banale non rimarrà che piacevolmente soddisfatto.
Il rischio in cui l'autore sarebbe potuto incappare, una narrazione monocromatica e noiosa, è ampiamente sventato, la grande figura di Tolstoj, ne sono certo, conquisterà anche il lettore meno convinto.
Finzione e verità storica sono dosate la punto giusto, la trama non si riduce affatto ad una mera biografia né pecca di troppa fantasia. Il più grande scrittore della Russia, idolo di folle e di donne è lì: vivo, granitico ma stanco.
Cosa ci sarà dopo l'ultima stazione? Tolstoj è lì per raccontarvelo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Lo consiglio anche a chi come me non ha letto nulla di Tolstoj. Anzi, posso dire che dopo questo romanzo " Guerra e Pace" sarà la prossima lettura obbligata!
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri