Waterloo Waterloo

Waterloo

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Il 18 giugno del 1815 gli eserciti di Francia, Gran Bretagna e Prussia si scontrarono in una tranquilla piana a sud di Bruxelles. Nei tre giorni precedenti l'esercito francese aveva battuto gli inglesi a Quatre Bras e i prussiani a Ligny. Gli alleati erano in ritirata. La sanguinosa battaglia di Waterloo sarebbe diventata una pietra miliare nella storia europea, anche perché fino alla sera del 18, l'esercito francese era a un passo dalla vittoria. Bernard Cornwell racconta la cronaca dei quattro giorni che precedettero la battaglia e poi ora per ora le emozioni di quella giornata fatidica. Da queste pagine escono così l'incalzare degli eventi della battaglia, ma anche i pensieri e le preoccupazioni dei due grandi protagonisti.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Waterloo 2016-04-27 06:18:24 cosimociraci
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
cosimociraci Opinione inserita da cosimociraci    27 Aprile, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La storia la fa chi la vince

E' proprio vero che la storia la fa chi la vince.
Cornwell rappresenta in maniera eccessiva il punto di vista britannico. Senza nulla togliere all'importanza strategica della battaglia di Quatre-Bras, questa ricopre gran parte del quarto capitolo. Inoltre è sempre molto attento nella denominazioni delle unità britanniche mentre per i francesi sorvola spesso le designazioni scrivendo genericamente "tiratori francesi", "cavalieri francesi", "francesi aggrediti nel bosco di Wood" e via dicendo.

A parte questo, ho notato un numero impressionante di ripetizioni in tutto il libro tanto da indurmi a pensare di aver sbagliato più volte a voltare pagina. Un buon metodo per imparare le cose sicuramente, e avrei dovuto adottarlo anche a scuola infatti non dimenticherò più che Wellington ha favorito il versante opposto, che Von Muffling operò come ufficiale di collegamento al quartier generale del Duca, che le baionette dei fucili sono lunghe 23 pollici...

Pagine e pagine, come direbbe la bella Sabatini, che non aggiungono nulla ai fatti. A parer mio un romanzo storico dovrebbe creare quell'atmosfera da consentire al lettore di calarsi all'interno della realtà storica che l'autore vuole raccontare.
Non voglio giudicare troppo però Cornwell, perché è il primo suo romanzo che leggo, e, ad onor del vero, ho letto ottime opinioni sul suo conto.

Indicazioni utili

Consigliato a chi ha letto...
Per gli amanti dei romanzi storici:
Gary Jennings
Robert Harris
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Waterloo 2015-08-28 11:58:31 Gondes
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Gondes Opinione inserita da Gondes    28 Agosto, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

WATERLOO: SCONFITTA O VITTORIA?

Berbard Cornwell ci ha abituati da sempre alla narrazione di avvenimenti storici, con l’aggiunta però della parte romanzata di cui lui è maestro. In questa occasione invece ha scelto di presentare un libro diverso, “limitandosi” a raccontare i fatti non come romanziere ma come semplice storico. Ne è venuto fuori un opera di alto valore, che raccoglie tutte le testimonianze per spiegare la sconfitta di Napoleone. Waterloo è ormai diventato un termine utilizzato come sinonimo di sconfitta, ma a parti invertite, e cioè dal versante anglo-prussiano Waterloo, può essere considerato come l’essenza della strategia e del massimo risultato.
Il libro è particolarmente interessante perché riporta documenti e citazioni originali che fanno capire lo stato d’animo di entrambi gli schieramenti. Una vera partita a scacchi fra Napoleone e il Duca di Wellington che si risolve a favore dell’inglese quasi per caso. Sono molti infatti gli eventi casuali che possono determinare le sorti di uno scontro, ma forse questo principio è valido per tante altre cose nella vita di ogni persona. Quante volte un evento qualsiasi può cambiare il futuro e l’esistenza? Come sarebbe andata a finire se quella cosa fosse………
Il libro si legge molto bene, ma potrebbe essere “pesante” per qualcuno che non è portato per questo genere di contenuti, ma d’altronde chi prende in mando un libro con questo titolo non può certo sperare di trovare altri argomenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri