Narrativa straniera Romanzi Creatura di sabbia
 

Creatura di sabbia Creatura di sabbia

Creatura di sabbia

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

In un paese senza età, che è anche il Marocco di oggi, nasce dopo sette sorelle Mohamed Ahmed. Nasce femmina, ma per volere del padre, che non vuole disperdere il patrimonio accumulato, crescerà maschio a dispetto del suo corpo, e dovrà reggere la casa e la servitù, essendo riconosciuta da tutti come nuovo capofamiglia. Il romanzo è la storia di un'identità inventata, di una metamorfosi coatta, dei turbamenti, delle ossessioni, delle violenze e dei paradossi che ne derivano. Ed è anche una finestra aperta sul mondo arabo, sulle sue tradizioni e sui suoi tabù, che ancora oggi stentiamo a capire; un mondo che Ben Jelloun riesce a portare sulla pagina in un gioco di rifrazione, di immagini e di sogni che accresce il fascino e l'originalità del romanzo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Creatura di sabbia 2019-06-14 14:59:30 enricocaramuscio
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
enricocaramuscio Opinione inserita da enricocaramuscio    14 Giugno, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'uomo che aveva seni da donna

"Adesso questa storia è dentro di voi. Occuperà i vostri giorni e le vostre notti. Scaverà il suo letto nel vostro corpo e nel vostro spirito. Non potrete piú sfuggirle. È una storia che viene da lontano. Ha vissuto in intimità con la morte. Da quando l'ho raccontata mi sento meglio, mi sento piú leggera e piú giovane. Vi lascio un tesoro e un pozzo profondo. Attenzione, non bisogna confonderli: ne va della vostra lucidità." Ambientata in Marocco, in un tempo imprecisato, Creatura di sabbia è la storia di una donna che, appena nata, diventa uomo per volere dei suoi stessi genitori, disperatamente alla ricerca di un erede di sesso maschile dopo la nascita di sette figlie femmine. L'ottava bambina viene quindi presentata al mondo come Mohamed Ahmed e vive la sua esistenza come legittimo successore del padre, nascondendo a tutti il suo vero sesso, mortificando il suo corpo, modificando la sua voce, comandando e godendo di tutti i privilegi che la società marocchina riserva agli uomini. Arriva perfino a sposare una cugina. Ma il richiamo della natura è troppo forte, i turbamenti tormentano la protagonista facendola impazzire, costringendola ad una vita di clausura e penitenza, portandola infine ad abbandonare la sua condizione, i suoi privilegi, quella che è stata finora la sua identità e andare libera per il mondo non più come Mohamed ma come Zahra. Ma potrà mai essere veramente libera dopo aver passato gli anni migliori ad impersonare un essere diverso? Potrà adattarsi al ruolo che il suo mondo riserva alla donna dopo aver goduto di tutto ciò che è appannaggio esclusivo degli uomini? Scopriamo la vita di Mohamed-Zahra, "l'uomo che aveva seni da donna", "la donna con la barba mal rasata", attraverso un intricato gioco di alternanza dell'io narrante. Il testimone passa da un cantastorie ad alcuni dei suoi ascoltatori, da un bibliotecario cieco alla stessa protagonista e ad un suo corrispondente segreto. L'enfasi folkloristica del cantore da strada si scontra con la formale eleganza del carteggio epistolare, la ruvida asprezza dei commenti da bar lascia il posto all'intima sincerità del diario segreto, in un infinito cambio di voci e di stili in cui il lettore viene continuamente spiazzato dai repentini cambi di direzione, dai differenti punti di vista, vedendosi spesso costretto a rivedere quanto letto precedentemente, senza tuttavia perdere mai interesse per la storia. In questo gioco altalenante verità e finzione, fantasia e realtà si combinano arrivando al punto di non essere più distinguibili gli uni dagli altri. Ad un certo punto il cerchio sembra chiudersi quando la parola torna al primo narratore. Tuttavia niente in questo libro è banale, scontato, prevedibile ed il lettore potrebbe trovarsi di fronte all'ennesimo colpo di scena. "Quando il libro fu vuotato dalla luna piena di quanto vi era scritto, all'inizio ebbi paura, ma risalgono proprio ad allora i primi segni della mia liberazione. Anch'io ho dimenticato tutto. Se qualcuno in mezzo a voi ci tiene a conoscere il seguito di questa storia, dovrà interrogare la luna quando sarà interamente piena. Io deposito qui davanti a voi il libro, il calamaio e il portapenne. Me ne vado a leggere il Corano sulla tomba dei morti!"

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Creatura di sabbia 2012-01-11 11:13:26 Sancara
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sancara Opinione inserita da Sancara    11 Gennaio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una finestra sul mondo arabo

Creatura di sabbia, scritto dallo scrittore marocchino in lingua francese Tahar Ben Jelloun nel 1985 e pubblicato in Italia da Einaudi nel 1987, è un libro che apre una finestra nel mondo arabo, sulle sue tradizioni, in modo originale e intenso.
La storia dicevamo è originale. In un paese magrebino - che l'autore non ci rivela - nasce , dopo sette sorelle, Mohamed Ahmed. Nasce femmina, ma per volere del padre crescerà maschio.
Il libro narra della vita di Ahmed, in un gioco di inganni e rifrazioni, dove il protagonista, crescendo, assume consapevolezza del suo stato e dell'impossibilità di interrompere il ciclo di apparenze che prima per volere del padre, poi per propria "costretta" volontà, lo accompagna fin dalla nascita.

La sabbia del titolo evoca in modo perfetto l'immagine della mutazione, del cambiamento e dell'adattarsi, nelle forme e nel pensiero, che il romanzo - attraverso una narrazione talora piacevolissima e comunque sempre elegante - vuole trasmettere al lettore. Quella sabbia che proprio come Ahmed, sfugge consapevolmente di mano, di disintegra e riappare in altra forma.

Il libro ha una sorta di seguito, ovvero un romanzo che riprende la storia di Ahmed, il quale si racconta (nel primo romanzo la storia è raccontata da altri), scritto da Ben Jelloun nel 1987 e intitolato Notte Fatale.

Tahar Ben Jelloun, nasce a Fes in Marocco nel 1944. Studia filosofia a Rabat e nel 1971 si trasferisce a Parigi dove ottiene un dottorato in psichiatria sociale. Nel 1998 ha pubblicato Il razzismo spiegato a mia figlia, che per il suo profondo messaggio è stato premiato dalle Nazioni Unite. Creatura di sabbia è il romanzo che l'ha fatto conoscere in Italia.

www.sancara.org

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri